Atalanta, Malinovskyi-Muriel-Pasalic: buoni, ma insieme non basta

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

Nel calcio c’è sempre quel giocatore che ti permette di fare la differenza: anche se sei in un gruppo dove cambiando gli elementi il risultato non cambia. Se il resto dei tuoi compagni riuscirà a fare 30, il fuoriclasse ti porterà molto spesso a quello che è il risultato finale più idoneo alle ambizioni della rosa stessa. L’Atalanta ha bisogno di riscattarsi contro il Milan, ritrovando un Papu Gomez che a Bologna era assente: mancanza abbastanza sentita nella quale sono emersi alcuni aspetti. L’attacco senza almeno un titolare in campo fa grandissima fatica, e il trio formato da Pasalic, Malinovskyi e Muriel ha deluso sotto tutti i punti di vista. Certo, mai dubitare sul loro talento ma è chiaro che per far funzionare l’ingranaggio atalantino, serva assolutamente un cardine inamovibile.

TRE INGREDIENTI BUONI, MA NON PROPRIO COMPATIBILI TRA DI LORO – L’Atalanta è una squadra strutturalmente buona a livello di rosa, e in panchina può contare su gente come Pasalic, Malinovskyi e Luis Muriel: tre elementi con un talento abbastanza invidiabile. Contesto interessante anche se contro il Bologna si è vista l’incompatibilità tra di loro senza un cardine (come Papu per esempio): è come se ci ritrovassimo davanti ad ingredienti singolarmente buoni, ma che possono risultare non eccezionali nel comporre un singolo piatto. Campanello di allarme? Assolutamente no, è la normalità delle cose quando ti trovi un completo tridente titolare fuori rosa per infortunio.

RITORNANO PAPU GOMEZ ED ILICIC: PIÙ IDEE PER ASSEMBLARE ANCHE LE SECONDE LINEE – Come citato nel primo paragrafo, sono elementi che possono funzionare soltanto con la presenza di almeno un titolare: Papu sulla trequarti, Ilicic davanti con dietro Ruslan, Muriel con Gomez in attacco e dietro Mario Pasalic. Andare a criticare pesantemente il tridente schierato a Bologna vuol dire avere delle basi fondate sul nulla: ingredienti buoni, ma assemblaggio sbagliato. Staremo a vedere contro il Milan quale sarà la formazione schierata in campo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: