Bologna, no a Lyanco e Kjaer: troppo caro Juan Jesus

Pubblicato il autore: Walther Bertarini Segui


Il mercato di gennaio ormai è alle porte e il Bologna sta cercando rinforzi adeguati: i primi reparti su cui intervenire sono la difesa dove servirà un centrale e un esterno dati gli infortuni di Dijks e Krejci. Per quanto riguarda il centrale si è parlato di un possibile ritorno di Lyanco, ma al momento la strada non sembra percorribile per due motivi: il giocatore è reduce da un lungo infortunio e seconda motivazione il presidente del Torino, Urbano Cairo, avrebbe sparato alto. Confermato l’interesse per Juan Jesus della Roma ma anche in questo caso i costi da sostenere sono troppo elevati. L’alternativa sarebbe Simon Kjaer dell’Atalanta, ormai ai margini perchè non adatto al gioco di Gasperini, ma i dirigenti rossoblù avrebbero scartato questa opzione non considerandola prioritaria.

Di certo per adesso è che a gennaio sbarcherà sotto le Due Torri Nicolas Dominguez, centrocampista del Velez, una trattativa conclusasi quest’estate ma il giocatore è stato lasciato in prestito al club di appartenenza fino a fine mese. Il Bologna si starebbe guardando attorno anche per il futuro ed è prossima alla conclusione il centrocampista Emanuele Vignato del Chievo, che resterà da gennaio a giugno in prestito al club clivense: in questa sessione di riparazione ci attendiamo un Bologna attivo che dovrà tappare queste falle. Nel frattempo Mihajlovic, per il ruolo di esterno destro, sarà costretto a spostare Denswil per la trasferta di Lecce e con la contemporanea squalifica di Danilo: ciò sta a sottolineare come in quel reparto ci sia emergenza.

  •   
  •  
  •  
  •