Begovic : “Sembra di essere in un film”

Pubblicato il autore: Antonio.Ferrentino Segui

Begovic ha recentemente rilasciato un’intervista al “Mirror” dove cerca di spiegare la situazione che sta vivendo questo momento a Milano, una delle città più colpite dall’emergenza coronavirus. Il portiere in prestito dal Bournemouth ha dichiarato di uscire solamente per fare la spesa e di tornare subito a casa, ha inoltre sottolineato quanto sia starno vedere in una città grande come Milano il centro abitato quasi vuoto e di sentirsi come in un film post apocalittico. e nonostante nella rosa del Milan non ci siano contagiati, il nazionale bosniaco è ugualmente turbato visto che in diverse squadre ci sono contagiati. Le sue parole poi si spostano sull’esperienza di giocare a porte chiuse, definita un’esperienza poco gratificante. Mentre gli eventi si sono susseguiti in rapida successione passando dal dibattito se giocare o meno al porte aperte alla sospensione del campionato e degli allenamenti a Milanello. Per l’ex Stoke City è naturalmente strano non riuscire ad allenarsi, ma è necessario per il bene comune, concetto che non è stato recepito pienamente in Inghilterra, a suo avviso. Begovic poi conclude affermando che se si dovesse riprendere a giocare si potrebbe addirittura giocare una partita ogni sera, dando vita ad un vero e proprio festival del calcio, sfruttando così lo spirito di aggregazione che genera lo sport per cercare di riportare un po’ di gioia alle persone.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: