Coronavirus, anche il Sarajevo solidale con l’Atalanta: “Preghiamo per Bergamo”

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

View this post on Instagram

#TBT | U četvrtak 26.07.2018. naš tim odigrao je historijsku utakmicu protiv @atalantabc u Reggio Emiliji koja je završena rezultatom 2:2. Danas, gotovo 20 mjeseci kasnije Bergamo i regija Lombardija jedno su od najzaraženijih područja koronavirusom u svijetu. Kolektiv FK Sarajevo je mislima i molitvama uz naše prijatelje iz Bergama i Italije i nadamo se da ćemo se opet susresti u nekom ljepšem vremenu! ❤️#StayAtHome ⠀ ?? | Giovedì 26 luglio 2018 il nostro team ha giocato una partita storica contro Atalanta BC a Reggio Emilia la quale è conclusa con il risultato di 2:2. Oggi quasi 20 mesi dopo Bergamo e la regione Lombardia sono delle aree più contagiate del mondo dal coronavirus. Il nostro collettivo FK Sarajevo pensa nelle nostre preghiere ai nostri amici di Bergamo e dell'Italia. Noi speriamo di incontrarci di nuovo in un periodo migliore di questo. ❤️ #iorestoacasa

A post shared by FK Sarajevo (@fk_sarajevo) on

La città di Bergamo sta passando giorni abbastanza particolari per via del Coronavirus: una situazione abbastanza delicata tra una quarantena obbligatoria (anche per chi non è positivo) e il grande lavoro che stanno facendo negli ospedali di tutta la provincia. Tanti sono stati gli sforzi, anche da parte del mondo dell’Atalanta: dalla donazione dei soldi della trasferta per Valencia a quella di tutta la squadra, fino ad arrivare alla donazione del pallone di Josip Ilicic. Molti hanno voluto testimoniare la loro vicinanza ai bergamaschi, e oltre al Nantes, si è fatta avanti una vecchia conoscenza orobica.

Il Sarajevo, squadra che l’Atalanta affrontò nel luglio del 2018 per i preliminari di Europa League, ha voluto dedicare anche lei un post (come aveva fatto il Nantes) alla squadra nerazzurra e alla città di Bergamo: “Giovedì 26 luglio 2018 il nostro team ha giocato una partita storica contro Atalanta BC a Reggio Emilia la quale è conclusa con il risultato di 2:2. Oggi quasi 20 mesi dopo Bergamo e la regione Lombardia sono delle aree più contagiate del mondo dal coronavirus. Il nostro collettivo FK Sarajevo pensa nelle nostre preghiere ai nostri amici di Bergamo e dell’Italia. Noi speriamo di incontrarci di nuovo in un periodo migliore di questo. ❤ #iorestoacasa

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: