Serie A: Scudetto dell’etica alla Juventus? Diaconale della Lazio non è d’accordo

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

Il grande caos generato per l’assegnazione del titolo di Campione d’Italia 2019/20, continua a essere un tema spinoso per tutti i club di Serie A. Sia la Juventus che il Torino, hanno fatto intendere che la soluzione migliore sia quella di non assegnare il titolo, ma continuano a girare voci nell’ambiente della Lega Calcio. Alcuni rumors vorrebbero uno Scudetto dell’etica da assegnare alla Juventus.

Ciò porterebbe a polemiche inevitabili da parte dei club della massima serie. Uno di questi è sicuramente la Lazio, seconda in classifica e che in quanto a polemiche con i bianconeri, non è nuova. Infatti, Lotito e Agnelli hanno avuto degli screzi importanti per via della questione inerente alla ripresa degli allenamenti. Ora, il responsabile della comunicazione dei biancocelesti, Arturo Diaconale, ha espresso il suo parere a Radio Punto Nuovo su un’ipotesi di Scudetto dell’etica per la squadra di Sarri:

Scudetto dell’etica alla Juventus? Quando sento parlare con troppa enfasi di etica e di morale, non metto mano alla pistola ma sento odore di ipocrisia”. 

Una dichiarazione netta da parte di Diaconale, il quale alla domanda su quale può essere la strategia giusta da intraprendere per uscire dalla tempesta che sta affliggendo il nostro calcio, dichiara:

“Nessuno sta dicendo che io coronavirus non esista, ma va detto che non potrà impedire il ritorno alla normalità. Bisogna dunque impegnarsi nel guardare al post pandemia. Mi sembra che tutti coloro che stiano sostenendo che il campionato sia morto, che bisogna chiuderlo il prima possibile, non tengono conto che la gran parte delle società sono quotate in borsa. Queste dichiarazioni sono un danno per le quotazioni”. 

  •   
  •  
  •  
  •