Calcio, perdita di incassi notevole in Serie A con le gare a porte chiuse. La Juventus il club più colpito

Pubblicato il autore: gaetanomasiello91 Segui

Calcio, si giocherà a porte chiuse almeno alla fine dell’anno. Il coronavirus ha costretto il calcio a fermarsi ma adesso con un virus che sembrerebbe in calo ci si accinge a pensare a come ripartire. Nei giorni scorsi si è parlato di una bozza da parte del Governo in cui si cercherà di far riprendere il Paese ma questo lo deciderà soloperdi ed esclusivamente il coronavirus. Secondo questa bozza il calcio a porte aperte potrà ritornare soltanto nel 2021, mentre la stagione attuale si tenterà di concluderla a partire dal 31 maggio ma questo adesso è quasi prematuro.
La situazione per quanto riguarda le partite a porte chiuse tra la fine di questo e l’inizio del prossimo campionato avrà delle ripercursioni ecomomiche sui club, in effetti molti incassi verranno a mancare a partire dai biglietti per le gare interne.

Calcio, ecco gli incassi della nostra Serie A

Juventus: 36 milioni e mezzo per gli incassi, 21,5 milioni per i ricavi. Introiti mancanti vicino ai 50 milioni;
Inter: 44,7 milioni (incassi complessivi) e 17 milioni per il campionato;
Milan: 34 milioni per gli incassi;
Roma: 66,2 milioni
Lazio: 11 milioni di incassi in Serie A;
Napoli: 15,9 milioni di ricavi.

Oltre ai mancati incassi derivanti dalla presenza di pubblico sugli spalti, bisognerà fare i conti anche con le sponsorizzazioni e per i diritti televisivi che valgono 350 milioni e potrebbero essere motivo di disputa tra i broadcaster e i club. Nei giorni scorsi Galliani aveva proposto di iniziare il prossimo campionato nel 2021 in modo da poter giocare con il pubblico e non perdere gli incassi dei biglietti.

  •   
  •  
  •  
  •