Calciomercato, Fiorentina su Malinovskyi. Quanto conviene lasciare l’Atalanta?

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

Il calciomercato è uno di quei temi che, indipendentemente dal contesto che ti ritrovi (anche in caso di una vera e propria epidemia), riesce sempre a trovare il suo spazio. Le voci su delle ipotetiche trattative in vista della prossima sessione di trasferimenti si fanno nuovamente più intense, e tra le tante c’è anche quell’Atalanta quarta in campionato e tra le otto squadre più forti d’Europa. Il soggetto in questione è il trequartista Ruslan Malinovskyi, autore fino ad ora di una stagione altalenante, ma comunque positiva: specialmente nelle ultime giornate dove ha dato l’impatto che serviva. A bussare alla porta della Dea c’è la Fiorentina di Rocco Commisso che il prossimo anno vuole puntare a qualcosa di ambizioso. Ovviamente si tratta soltanto di un semplice interessamento, ma quanto converrebbe ai nerazzurri (e allo stesso numero 18 atalantino) di continuare il matrimonio? Non perdiamoci in chiacchiere e analizziamo la situazione.

LA STAGIONE DI MALINVOSKYI: TALENTO, RICERCA DELLA CONTINUITA’ E IMPATTO FINALE – Tante volte è capitato di vedere Sartori portare talenti sconosciuti che all’Atalanta si sono trasformati in campioni, ma il profilo basso dello stesso dirigente non faceva intuire l’ennesimo colpo, ma su Malinovskyi la situazione fu leggermente diversa. Il ragazzo venne esaltato per le sue enormi qualità e per il potenziale che poteva regalare alla Dea: da molti fu definito come la più grande “sartorata” fatta in cinque anni di nerazzurro. Parte la stagione e nel girone d’andata il ragazzo fa capire due cose che non sono assolutamente da trascurare: in primis le sue caratteristiche tecniche che vanno dal buon gioco di gambe alla capacità di saper essere tecnico anche in zona offensiva, la seconda è la pazienza. Pazienza che bisognava avere in termini di continuità, anche perché il campionato italiano è tutto tranne che un torneo facile. All’inizio del giro di boa però qualcosa cambia, l’alchimia tattica si trova (tra cui la posizione dove viene testato anche mediano) e Malinovskyi piano piano esplode: il goal realizzato proprio contro quella Fiorentina che sta mostrando interesse per lui, riportando la vittoria a Firenze dopo tanti anni di attesa ne è la prova più chiara ed evidente.

INTERESSE DELLA FIORENTINA? ECCO PERCHE’ NON CONVIENE LASCIARE BERGAMO – Negli ultimi giorni Malinovksyi è stato accostato alla Fiorentina: il presidente viola Rocco Commisso vuole allestire una rosa competitiva per far ritornare Firenze tra le prime della classe. Tralasciando il fatto che il termine “interesse” non vuol dire “trattativa”, la domanda è seguente: conviene lasciare Bergamo e l’Atalanta? Nonostante il patron americano sia abbastanza ambizioso, la Dea è considerata una vera e propria big: per non parlare del progetto sempre in evoluzione e soprattutto in crescita. Spogliatoio perfetto, fiducia nel mister che può solo aiutarlo in positivo, una piazza che ti sostiene anche quando le cose vanno male, Champions League e una costante presenza in Europa: tutto quello che serve ad un calciatore ambizioso come lui. Ovviamente la situazione potrebbe evolversi, ma si dubita fortemente vedere l’Atalanta lasciare andare via facilmente una pedina che, riserva o no, potrebbe sbloccarsi definitivamente.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: