Cuadrado sul taglio degli stipendi: “Speriamo di essere d’esempio per gli altri”

Pubblicato il autore: SAP Segui

Contattato da Sky Sport 24, Juan Cuadrado è tornato sulla decisione dei calciatori della Juventus di tagliarsi lo stipendio per aiutare il club a seguito della sospensione delle competizioni a causa del Covid-19.
Così il colombiano:

“Il capitano (Giorgio Chiellini, ndr) ha parlato con la società e ha comunicato tutto a noi nella chat Whatsapp che abbiamo con gli altri compagni di squadra. Abbiamo discusso di tutto quello che stava succedendo e abbiamo trovato giusto aiutare. In un momento delicato come questo è normale che ognuno di noi dia il suo contributo. Speriamo di essere d’esempio per gli altri.”

Cuadrado si è poi espresso sulla situazione di quarantena che costringe a rimanere in casa e sulla scelta di rimanere in Italia e non tornare al proprio paese:

“Sono rimasto qui e sono contento di questo, era da tanto tempo che non passavo così tanto tempo con la famiglia. Ci dedichiamo ai disegni, coloriamo, facciamo di tutto: è un momento bello perché stiamo in famiglia e stiamo conoscendo ancora meglio i nostri figli giorno dopo giorno”.

Così Cuadrado, che nei giorni precedenti , durante una diretta Instagram aveva già parlato della situazione attuale in Italia:

“E’ un momento difficile per l’Italia, ma sappiamo che Dio ha il controllo di tutto. Speriamo passi molto presto, dobbiamo approfittare di stare bene in famiglia. La cosa più importante è che si senta il cuore; approfittare di questo tempo per pensare e considerare perché sta succedendo tutto questo e ricongiungersi con la fonte, che è Dio. Tutto è ispirato da Lui, tendiamogli la mano tutti insieme come una grande famiglia e ne usciremo. Oggi bisogna essere ancora più generosi, è una benedizione poter aiutare più persone in questo momento in cui non possono andare avanti.”

  •   
  •  
  •  
  •