Filippo Inzaghi risponde ad Albertini: “Esternazione senza stile”

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Il mister del Benevento Filippo Inzaghi domenica durante l’intervista a Sky Sport 24 nella trasmissione “Casa Sky Sport” aveva esternato parole a favore per finire il campionato anche giocando durante l’estate 2 volte a settimane per non falsare un’intera stagione e per non rischiare di far fallire il calcio italiano.

Queste parole avevano provocato la reazione di Demetrio Albertini, attualmente responsabile del Settore Tecnico della FIGC, che aveva risposto in modo parecchia dura sul proprio profilo Instagram: “L’ignoranza sceglie sempre le parole sbagliate“, salvo poi correggere il tiro mitigare i toni quando intervistato dal quotidiano “Corriere della Sera” dicendo che non aveva nulla contro il suo ex compagno al Milan e che aveva sbagliato i tempi dell’uscita.

Filippo Inzaghi, ecco la sua risposta

Non si è fatta attendere la risposta di Filippo Inzaghi, che intervistato sul profilo Instagram della “Gazzetta dello Sport” ha dichiarato le seguenti parole: “Non vorrei parlare perché ogni parola può essere strumentalizzata. Mi sembra di dire una cosa ovvia, che tutti noi speriamo, che un giorno quando finirà tutto, se ci sarà la possibilità, di ritornare a giocare. E’ una cosa che speriamo tutti. Mi ha dato un po’ fastidio quello che ho letto. E’ stato letto il titolo senza leggere il contenuto. Dopo la partita col Pescara, con 22 punti in più sulla terza, sono stato il primo a dire: Basta calcio non ha più senso giocare così”.

Ecco invece l’affondo del tecnico del Benevento a Demetrio AlbertiniSe avesse letto bene l’articolo non avrebbe fatto questa esternazione senza stile, di basso livello. Siamo personaggi che ci portiamo dietro diversi tifosi, dobbiamo essere d’esempio, lui è anche rappresentante della FIGC. E’ stato scadente quello che ha detto. Lui ha detto che mi considera un amico ma io l’amicizia la considero in maniera diversa. Ad un mio amico io non avrei dato dell’ignorante via social, l’avrei chiamato e avrei chiarito se ci fosse qualcosa da chiarire, da uomo.

 

  •   
  •  
  •  
  •