Iachini detta le regole per la ripresa: “Gruppi da 3-4 e sedute video”

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

In Italia si sta pensando seriamente a riprendere le attività calcistiche a maggio. Presidenti e allenatori stanno cercando di organizzarsi al meglio dal punto di vista della sicurezza dei propri calciatori e degli allenamenti. Non sarà semplice creare un’organizzazione a livello di sedute di allenamento, ma il tecnico della Fiorentina, Giuseppe Iachini, ha già le idee chiare.

Intervistato da Rtv38, l’allenatore viola ha parlato del futuro, ponendo uno sguardo particolare alle sedute di allenamento e come si dovrebbero svolgere secondo lui. Ecco un estratto della sua intervista:

“Non è facile pensare alla ripartenza, anche perché parlare di calcio con tutti questi morti è complicato. Il gruppo di lavoro dovrà essere sottoposto ad esami dettagliati per verificare la negatività. Poi si potrà lavorare a gruppi di 3-4 persone alla volta. Anche gli spogliatoi dovranno essere attrezzati per consentire allo stesso numero di persone di cambiarsi, mentre le circa 45 persone che ruotano attorno al mondo della prima squadra, dovranno restare isolate per il resto del mondo in una struttura che li possa ospitare e dove nessuno potrà accedere. Si arriverà poi al centro sportivo con il pullman che poi sarà sanificato. Così sarà per 3-4 settimane”. 

L’organizzazione non sarà semplice: “Le squadre del Nord dovranno trasferirsi, ma ancora non è chiaro tutto ciò. Sicuramente scordiamoci le partitelle in famiglia con contatti per 3-4 settimane. Quindi niente tattica di reparto, nessun contatto fisico. Ci saranno magari delle sedute video per completare un certo tipo di lavoro e chissà per quanto non ci sarà il pubblico alle partite”. 

La ripresa sarà lenta e graduale, ma Iachini ha già le idee chiare sul da farsi per la sua Fiorentina.

 

  •   
  •  
  •  
  •