Juventus, parla Dybala: “Sul taglio opinioni diverse”

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui

Paulo Dybala, numero 10 della Juventus, ha rilasciato un’intervistai ai canali della Federcalcio argentina AFA Play, sulla situazione Coronavirus e non solo. Proprio ieri la fidanzata di Dybala, Oriana Sabatini, aveva raccontato il perdurare dei sintomi da Covid-19 sul fidanzato. Proprio il giocatore nell’intervista ha spiegato com’è stata l’evoluzione dei suoi sintomi fin dall’inizio: “Avevo una brutta tosse, mi sentivo stanco e avevo freddo quando dormivo. Inizialmente non ho pensato al coronavirus, ma la cosa era successa a Rugani e Matuidi. Soffrivamo di mal di testa, ma era meglio non prendere medicinali. Il club poi ci ha dato delle vitamine e col tempo ci siamo sentiti meglio. E’ una cosa psicologica, all’inizio hai paura ma adesso va bene, in questi giorni non abbiamo avuto sintomi”. Dybala poi continua: “Prima mi stancavo più in fretta, volevo allenarmi, ma dopo 5 minuti già avevo il fiatone. Lì ho capito che qualcosa non andava, così ho fatto il test ed è risultato positivo”.

Proprio in questi giorni, inoltre, c’è stata la notizia del taglio degli stipendi da parte dei giocatori della Juventus, oltre che del tecnico Maurizio Sarri. I giocatori hanno rinunciato a 4 mensilità, quindi fino al 30 giugno 2020, permettendo alla Juventus di recuperare 90 milioni di euro (clicca qui per vedere nel dettaglio a quanto rinunciano i giocatori bianconeri) , visto anche la chiusura del bilancio a fine giugno, con un rosso di 50 milioni di euro. Proprio Paulo Dybala ha rivelato un retroscena sorprendente: ” Il capitano Chiellini ha prima parlato con il Presidente Agnelli, poi con tutto il gruppo in chat. Inizialmente c’erano opinioni differenti, perché ci sono alcuni giocatori a cui mancavano un paio di partite per arrivare al bonus. E’ stata una scelta difficile, ma abbiamo capito che era la cosa migliore da fare, visto il momento che stiamo vivendo”.

L’AFA, inoltre, ha chiesto al numero dieci bianconero come fosse stata accolta la notizia dell’arrivo di Cristiano Ronaldo, costato al club bianconero 100 milioni di euro e con un ingaggio di 31 milioni annui. “Nessuno di noi lo conosceva personalmente – afferma Dybala- . Prima del suo arrivo c’erano state molte discussioni per l’eliminazione per mano del Real Madrid e con la relativa espulsione di Buffon. Alla fine abbiamo scoperto che è un ragazzo eccezionale e sempre disponibile. Difficile trovare uno così a questi livelli”.
Inoltre Dybala ha poi rivelato un retroscena proprio con CR7: “Eravamo in aereo, parlavo con lui e gli ho confessato che in Argentina lo odiamo un po’ tutti, per il suo modo di essere, di camminare. Precisando che in realtà mi ha sorpreso, ho conosciuto un’altra persona. Lui mi ha sorriso – afferma il campione argentino- e mi ha risposto che è abituato a ricevere queste critiche”.

  •   
  •  
  •  
  •