La Lega Serie A ricorda Piermario Morosini

Pubblicato il autore: Vincenzo Palumbo Segui

Il giorno 14 aprile 2012, al 31′ minuto della partita Pescara – Livorno, Piermario Morosini si accascia a terra a seguito di un’improvvisa crisi cardiaca. Quel giorno, il giovane calciatore classe 1986 muore in ospedale e segna una delle pagine sportive più tristi della storia del calcio italiano.
Una vita non facile quella del Moro, segnata da tanti lutti: a 15 anni perde la madre, 2 anni il padre e infine nel 2004 il fratello si toglie la vita. Morosini resta solo con una sorella disabile da accudire ma nonostante tutte queste tragedie, Piermario continua a inseguire il sogno di diventare un calciatore. Una breve carriera vissuta fra club di A e B con l’apice toccato con gli azzurrini nell’Europeo Under 21 in Svezia.

Oggi a distanza di 8 anni dalla sua tragica scomparsa, la Lega Serie A omaggia la memoria di Piermario Morosini sulla propria pagina Twitter.

L’omaggio dei club a Piermario Morosini

Morosini ha lasciato un ricordo in tutte le squadre in cui ha militato. L’Atalanta che lo ha visto crescere nelle giovanili, scrive sulle sue pagine social: “A 8 anni dalla sua scomparsa, Piermario Morosini resta nel cuore del Presidente Percassi e di tutta la famiglia Atalanta”. Non manca il ricordo del Vicenza Calcio, maglia con la quale il centrocampista ha giocato il maggior numero di partite (66 match – ndr). La società veneta ha ritirato, così come il Livorno, la maglia numero 25.
Padova, Bologna e Livorno si uniscono al ricordo di Morosini.

Toccante è anche il videomessaggio del Pescara. I tifosi della società abruzzese hanno deciso di dedicare al giocatore il settore ospiti dello Stadio Adriatico (impianto nel quale Morosini ha giocato la sua ultima partita – ndr).

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  "È stata tua la colpa". Grazie Papu Gomez, ma l'Atalanta viene prima di tutto