Lazio, da Lovren a Depay: ecco i rinforzi che potrebbero arrivare

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

Lotito e la sua Lazio vogliono fare il salto di qualità a livello europeo, e per fare ciò sarà necessario allestire una rosa formata da giocatori esperti. In questi giorni, molti nomi sono stati accostati ai biancocelesti e sicuramente qualcuno di importante arriverà. Più o meno, la squadra di Simone Inzaghi vuole rinforzarsi su tutti i reparti partendo dalla difesa. Gli obiettivi principali per il reparto arretrato sono due centrali difensivi: Dejan Lovren del Liverpool e Sebastian Coates dello Sporting Lisbona.

Il primo non sembra essere più un giocatore intoccabile per Jurgen Klopp, il quale gli preferisce Matip da affiancare a Virgil Van Dijk, mentre il centrale uruguaiano dello Sporting desidera di misurarsi in un campionato più competitivo. Altri profili interessanti per la difesa in orbita Lazio, ci sono il 20enne albanese del Verona, Kumbulla, ma anche Vavro (acquistato lo scorso anno dal Copenaghen).

In attacco sogno Depay, ma c’è anche Gotze

Per quanto concerne attaccanti e centrocampisti offensivi, i sogni di Lotito sono principalmente due: Depay e Gotze. Il primo è in forza al Lione e non sarà semplice strapparlo ai francesi, anche se nelle ultime ore, l’olandese pare aver rifiutato la proposta di rinnovo contrattuale. Il contratto di Depay scade nel 2021 e i biancocelesti faranno di certo un tentativo. Oltre l’ex United, anche Mario Gotze è fortemente seguito da Lotito. Il presidente vuole un colpo a parametro zero in stile Klose, e il campione del mondo 2014 è certamente un giocatore gradito. Sia da Inzaghi che dalla tifoseria. Altro nome caldo, è quello del giovanissimo Luis Suarez: promettente colombiano del Real Saragozza, in prestito da Watford. Il classe 1997 è seguito pure dal Napoli.

Infine c’è la suggestione Keita Balde Diao. Il senegalese ha dichiarato che tornerebbe volentieri in biancoceleste, ma i dubbi sono circa la sua integrità. Le ultime stagioni da lui disputate tra Monaco e Inter, hanno lasciato a desiderare e ciò può essere un campanello d’allarme. Keita è ancora molto giovane e vuole riscattarsi, ma la sua involuzione non convince appieno ne la dirigenza, ne la tifoseria. In ogni caso, qualcosa bolle in pentola e le aquile sono pronte all’assalto.

  •   
  •  
  •  
  •