Milan, Maldini è pronto a restare

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui


In casa Milan c’è un dilemma da risolvere: Maldini sì o Maldini no? Paolo Maldini è una bandiera e la storia del club rossonero. Dopo l’addio di Boban l’uscita di Maldini era ad un passo, prima che la Pandemia da Coronavirus bloccasse tutto il mondo, così come quello del calcio. L’ex difensore della nazionale si era ammalato di Covdi-19 insieme al figlio Daniel, rimandando la questione sulla sua permanenza, ma ora è guarito e pensa al suo futuro nel Milan.

Maldini vuole restare, ma anche un ruolo decisionale all’interno della società, avendo voce sul mercato e sull’allenatore, oltre che campo e spogliatoio. Proprio sulla questione allenatore, Maldini si è espresso su Rangnick, non trovandolo un profilo giusto per il Milan e per il calcio italiano. Questa riflessione è stata presa in malo modo dalla società rossonera, per questo urge al più presto un incontro tra Elliott per capire il progetto e delineare, così, la prossima stagione. Ivan Gazidis, amministratore delegato, ha profonda stima dell’ex capitano ed è cosciente che la presenza di Maldini in società può essere un valore all’estero, oltre che all’interno, ma la decisione se rimanere o no, spetta solo a Paolo Maldini. Dopo le settimane passate a guarire dal Coronavirus, è arrivato il momento di prendere una decisione sul futuro.

Dal 2018 nella dirigenza del Milan, con Leonardo non era molto attivo, chiedendo più volte di avere voce nelle decisioni. Con l’addio di Leonardo si è ritrovato in qualche modo al comando, ma ora cerca chiarimenti dal Milan. La permanenza della bandiera rossonera non sembra essere scontata, le due parti si vogliono, ma quello che conta è trovare un accordo, anche per il bene del Milan.

  •   
  •  
  •  
  •