Moggi: “La Juventus arriva sempre prima in tutto. Conte? Bianconero dalla testa ai piedi”

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui

 

Il sacrificio economico dei giocatori della Juventus, il pensiero di Moggi. Il calcio è fermo per l’emergenza Coronavirus, il rischio che la stagione non possa concludersi è molto concreto. Il club bianconero è stato il primo ad annunciare un taglio degli stipendi dei calciatori per fronteggiare gli effetti negativi sul bilancio, anticipando le mosse dell’AIC. Intervistato dal sito tuttojuve.com, l’ex dirigente juventino Luciano Moggi ha elogiato così la società: “Non era mai successo, un fatto eccezionale, quello che sta succedendo, mi era capitato di chiedere ai giocatori di aiutare per esempio per l’ospedale Gaslini di Genova, con un grande contributo, anche il Sant’Anna di Torino, il Primario, Dottor Farina era un amico, avevo chiesto a dirigenti e giocatori, un aiuto. Un fatto così non è mai accaduto, come sospendere il campionato, per questo virus. Una cosa da elogiare, questo gesto della squadra, la Juventus, come al solito arriva sempre prima, ha preceduto l’associazione calciatori, tutti ora proporranno la stessa cosa, cercando di fare quello che hanno fatto i giocatori della Juve”.

Il giudizio di Moggi su Conte. Nel prosieguo dell’intervista al sito tuttojuve, l’ex dirigente bianconero ha commentato così la stagione dell’allenatore leccese sulla panchina dell’Inter:  “L’impatto di Conte è stato buono, bisogna chiarire una cosa, Conte è Juventino dalla testa ai piedi, io che l’ho avuto come giocatore lo posso dire, è un allenatore nato anche quando giocava. L’impatto con quello che doveva essere l’avversario è stato problematico anche per lui, al di là dei discorsi fatti, su di lui. Però il comportamento mi sembra ottimo, non è rispecchiato nei risultati che si aspettava, forse gli è mancato qualcosa nelle partite più importanti”.

  •   
  •  
  •  
  •