Napoli, la mossa di De Laurentiis: cassa integrazione per i dipendenti

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

Far fronte a una crisi economica di tale portata non è semplice per nessuno, nemmeno per i ricchissimi club di Serie A, molti dei quali indebitati. In tempi di coronavirus, senza ricavi importanti è difficile andare avanti e fare progetti futuri. Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, sta studiando una strategia consona alla sua squadra per ammortizzare le perdite in un momento così incerto per il calcio italiano.

Secondo La Repubblica, il presidente partenopeo avrebbe optato per il “congelamento” degli stipendi della squadra e cassa integrazione istantanea per i dipendenti amministrativi del club campano. Una scelta assolutamente logica in questo momento. Il coronavirus avanza e c’è bisogno di ricorrere ai ripari con scelte estreme, ma consone.

In ogni caso, la Lega Calcio impone al presidente di trovare un accordo per quanto concerne gli stipendi dei calciatori del Napoli. Dunque per loro, il congelamento non sarà immediato come per i dipendenti del club. La società aspetta chiarezza da parte della Lega Calcio così come dalla UEFA per quanto concerne la Champions League. I club hanno bisogno di ricavi tramite gli eventi sportivi e ancora nessuno sa quando la situazione ritornerà alla normalità, anche se niente sarà più come prima. Mondo del calcio compreso.

  •   
  •  
  •  
  •