Roberto Carlos e la sua esperienza nell’Inter: “Hodgson non andava d’accordo con me”

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

Il nome di Roberto Carlos rimarrà sempre nella memoria di tutti gli appassionati di calcio sparsi per tutto il globo. Il terzino brasiliano ha incantato con la maglia del Real Madrid e con la Nazionale brasiliana, con la quale ha vinto il Mondiale del 2002 in Corea e Giappone. Proprio in quella stagione, il difensore arrivò al secondo posto nella classifica del Pallone d’Oro, vinto poi dall’ex interista Ronaldo.

Roberto Carlos e Ronaldo hanno giocato insieme nel Real Madrid, ma il terzino sinistro prima di approdare alla Casa Blanca, giocò pure nell’Inter di Roy Hodgson nel 1995/96, disputando 30 partite in Serie A e realizzando 5 reti. Anche in Italia, il giovane brasiliano fece vedere di che pasta era fatto: grande corsa, potenza e un tiro dalla distanza devastante. Nonostante le grandi doti, il calciatore non convinse il tecnico Hodgson che lo lasciò partire verso la Spagna, dove poi divenne leggenda.

Ciò non é mai andata giù ai tifosi nerazzurri e in un’intervista rilasciata a Marca, Roberto Carlos è tornato sulla sua esperienza vissuta nell’Inter:

Hodgson mi ha distrutto, mi faceva giocare a centrocampo. In questo modo non avrei mai avuto la possibilità di giocare con il Brasile, nel 1997 c’era la Coppa America. Non andavamo molto d’accordo, io non conoscevo nemmeno benissimo il calcio europeo”. 

L’Inter e il nostro calcio rimpiangono il fatto di non aver potuto ammirare a lungo le gesta del campione carioca in Italia. Che peccato.

  •   
  •  
  •  
  •