Andrea Rinaldi non ce l’ha fatta: è morto il 19enne ex Atalanta

Pubblicato il autore: Danilo De Falco Segui

Morire così, mentre stai rincorrendo il tuo sogno, è ingiusto. A 19 anni hai tutta la vita davanti e vuoi solo spaccare il mondo. Ma il destino è stato beffardo con Andrea Rinaldi: venerdì, il ragazzo è stato colpito da un malore mentre si allenava nella sua casa a Cermenate. La corsa disperata in autoambulanza verso l’ospedale di Varese e la tremenda diagnosi (aneurisma cerebrale) avevano fatto precipitare le speranze dei suoi familiari. Andrea ha resistito tre giorni, ha lottato tra la vita e la morte fino a questa mattina, quando è arrivata la notizia che nessuno voleva arrivasse: Andrea non ce l’ha fatta, la morte ha avuto la meglio. Avrebbe compiuto 20 anni tra poco più di un mese, il prossimo 23 giugno.

Andrea Rinaldi era un giocatore del Legnano, arrivato in prestito dall’Atalanta la scorsa estate: con la squadra lombarda, Andrea ha giocato 23 partite segnando anche un gol, il gol vittoria nel match del 15 dicembre contro la Caratese. Il suo allenatore, mister Giovanni Cusatis, lo descrive come un ragazzo a cui tutti volevano bene e che si faceva voler bene.
Con l’Atalanta, invece, Andrea è cresciuto calcisticamente: con la squadra orobica, il centrocampista ha giocato in tutte le squadre giovanili fino ad arrivare alla Primavera.

La redazione di Supernews porge alla sua famiglia le più sentite condoglianze.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: