Atalanta Arezzo 2-0 2005/2006: La Dea conquista il titolo di Serie B dopo 22 anni

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

La gioia che sta dando l’Atalanta negli ultimi anni è qualcosa di fantastico, ma per il popolo atalantino basta poco per entusiasmare la piazza: anche quando si tratta della vincita di un campionato cadetto. Siamo nel 2005/2006 e la Dea si sottopone ad una sorta di rivoluzione: dopo aver risistemato i conti che negli ultimi anni di A avevano condizionato i bergamaschi sotto un profilo finanziario, Ruggeri da a Colantuono una squadra che si dimostra pronta per la promozione diretta. Tra i tanti spiccano il jolly Ariatti, il difensore Loria e l’attaccante Nicola Ventola: tornato a Bergamo dopo quattro anni di attesa nella quale segnerà 15 goal. L’inizio è abbastanza difficile, soprattutto per quanto riguarda le partite in trasferta, poi la grande ripresa dove l’Atalanta dimostra una continuità decisiva, contando anche l’arrivo a gennaio di Riccardo Zampagna.

Arriviamo al 14 maggio, e i nerazzurri vogliono conquistare quel titolo cadetto che manca da 22 anni (Sonetti 1984) nonostante la promozione sia stata conquistata una settimana fa a Catanzaro. Stadio esaurito, coreografia con le bandierine e una calda passione sugli spalti. La partita è tutta di marca orobica, con Adriano e Soncin che fissano il risultato sul 2-0: tenendo in considerazione le prodezze del portiere Ivan che nel finale para addirittura un rigore. Al fischio finale è festa a Bergamo. Sarà l’ultima promozione in Serie A targata Ivan Ruggeri.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: