Calciomercato Atalanta, alla scoperta di Joakim Maehle

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

https://youtu.be/NOOKd3wbyY4

La situazione attuale di Timothy Castagne ha ribaltato le carte in tavole per quanto riguarda l’Atalanta: l’esterno belga non è ancora certo in termini di futuro, e le probabilità di vederlo lontano da Bergamo (per il momento) sono in crescita. I nerazzurri, come hanno dimostrato in questi quattro anni, è capace di sostituire una pedina con un giocatore molto più forte del suo predecessore: via Conti, Spinazzola e Mancini; dentro Gosens, Hateboer  e Djimsiti. Merito di una società che si comporta da grande squadra, effettuando uno scouting impeccabile (con Sartori specializzato nel settore). Per sostituire il numero 21 atalantino, la Dea continua a pescare nella sua ex squadra (il Genk): con gli occhi puntati su Joakim Maehle. Un talento tutto da scoprire, in attesa di quello che sarà il futuro del belga.

Leggi anche:  Pronta una nuova avventura per Vidal?

STORIA PROMETTENTE DI UNA GIOVANE STELLA – Nato in Danimarca il 20 maggio 1997, Maehle comincia la sua carriera professionistica nell’Aalborg, totalizzando nella stagione 2016/2017 un totale di 17 presenze segnando una rete. Le sue caratteristiche, che lo hanno portato successivamente ad essere un giocatore tutto fascia, valgono il Genk (ex squadra dei due giocatori dell’Atalanta Ruslan Malinovskyi e Timothy Castagne), e lì il suo potenziale viene ulteriormente risaltato: in due stagioni e mezzo il danese riesce a collezionare ben 64 partite con 3 goal all’attivo. Le sue prestazioni gli aprono le porte della sua nazionale: tra Under 20 e Under 21 riesce a ottenere solamente due presenze, ma ciò non toglie nulla sul suo percorso calcistico: assai promettente nonostante la giovane età.

CARATTERISTICHE TECNICHE PERFETTE PER L’ATALANTA DI GASP – Parlando di Maehle in termini tecnico tattici, ci troviamo di fronte ad un esterno assai interessante: velocissimo sia in fase offensiva che in quella difensiva, un recupero palla continuo, fisicità dirompente e un cross quasi perfetto. Rispetto a Timothy, Joakim è un giocatore leggermente più offensivo, ma comunque propenso ad essere una pedina fondamentale nel 3-4-1-2 offensivo di Gian Piero Gasperini: contesto dove le sue promettenti potenzialità possono essere risaltate a pieno, trovando quel famoso salto di qualità. Tatticamente con il Genk è soggetto ad un semplice 3-5-2, anche se le sue abilità sono state considerate perfette per il mister di Grugliasco. Sartori, specialista quando si tratta di pescare giovani tanto sconosciuti quanto talentuosi come Maehle, ha analizzato a pieno questo giocatore: tale pedina è stata classificata come il sostituto perfetto se nel caso il numero 21 atalantino dovesse fare le valige.

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile

ATALANTA PER NULLA IMPREPARATA (COME FANNO LE GRANDI SQUADRE) – Semplicemente un contesto perfetto per l’Atalanta indipendentemente da quello che sarà l’esito sulla vicenda Timothy Castagne: in caso il belga dovesse salutare Bergamo e compagni, la società bergamasca sarebbe pronta a prendere Joakim Maehle senza eventuali problemi. Il Genk lo valuta 8 milioni di euro, ma i nerazzurri stanno cercando di comprarlo ad un prezzo inferiore (si parla di 3 milioni di differenza). Ovviamente tale operazione si sbloccherà sapendo le intenzioni del numero 21 atalantino: contesto che può essere completamente ribaltato con l’ipotetica ripresa della stagione calcistica. Staremo a vedere come si evolverà la situazione nelle prossime settimane, ma l’Atalanta non si fa trovare impreparata.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: