Calciomercato Atalanta, il ritorno di Bonaventura è in stallo

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

Il ritorno di Giacomo Bonaventura all’Atalanta? Le basi per trattare ci sono, ma è tutto in stallo: sia per motivi formali che contestuali

Giacomo Bonaventura e l’Atalanta. Un binomio che, da un punto di vista storico e tecnico, ha scaturito tante soddisfazioni dal 2010: una promozione in Serie A, le salvezze con le penalizzazioni, le sei vittorie consecutive con Colantuono e una grande umiltà ben ricordato dal popolo atalantino. Nelle ultime settimane si sta ancora parlando di un suo ritorno alla corte bergamasca dopo cinque anni al Milan, ma per trasformare l’ipotetica voce in una trattativa, bisognerà scalare una bella montagna. Processo che in questo momento è assolutamente in stallo.

TUTTO FERMO: IDEA SI, MA PER IL MOMENTO NESSUNA TRATTIVA – L’ipotesi di riportare all’Atalanta Giacomo Bonaventura è ben presente. Le volontà del ragazzo sono quelle di ritornare a Bergamo, che oltre ad essere un contesto abbastanza piacevole visto il passato, è anche una piazza dove gioca una squadra grande e ambiziosa come l’Atalanta. La dirigenza ha riflettuto, confrontandosi anche con quelle che sono le idee tecnico/tattiche di Gasperini, e tale operazione ha garantito la possibilità (teorica) di creare una sorta di trattativa, ma ora è tutto fermo. Le motivazioni sono principalmente legate ad un fattore formale: Mino Raiola ha richieste altissime, la Dea è fiscale per quanto riguarda gli stipendi e la titolarità non è certa. Contando anche che il calciomercato è all’interno di un “condizionale” composto da poche certezze.
  •   
  •  
  •  
  •