Cassano: “Chiellini persona favolosa, Balotelli un bambino”

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

Lo scontro polemico di ieri che ha coinvolto Giorgio Chiellini, Mario Balotelli e Felipe Melo, ha infiammato il sabato di calcio italiano in assenza dei match di Serie A. Le risposte pepate di Balotelli e Felipe Melo nei confronti del centrale juventino – dopo le sue parole riportate nel suo libro autobiografico – sono state dure e provocatorie e hanno scatenato reazioni contrastanti sul web.

Durante una diretta Instagram con Christian Vieri, Antonio Cassano ha voluto parlare dell’accaduto, senza sbilanciarsi troppo:

Felipe Melo non lo conosco, non ho giocato insieme a lui e non so che tipo di persona è. Mario è un bambino, un bravo ragazzo, poi non so a cosa Chiellini si riferisse. Quello che posso assicurare è che ho un enorme rispetto per Giorgio. E’ super intelligente, capisce di calcio, in campo era da ammazzare quando ci giocavi contro perché ti menava, ma fuori è una persona favolosa. Avrà avuto i suoi buoni motivi. Mario lo conosco superficialmente, ma con Chiellini ci sono stato 10 anni in Nazionale ed è bravo ed educato”. 

Elogi per Lotito e Andrea Agnelli

Cassano ha spaziato riguardo molti temi, tra i quali quelli inerenti i due presidenti di Lazio e Juventus, Claudio Lotito e Andrea Agnelli:

Lotito come presidente è il top, è uno che fa filare tutto liscio. Ci si può lamentare sul suo modo di vedere, parlare o pensare il calcio a modo suo, però è veramente bravo”. A me la Juve non sta molto simpatica, ma Andrea Agnelli parla tre o quattro lingue e ha creato un impero. Ha fatto meglio della ‘triade’, ha fatto meglio del nonno, ha fatto meglio dello zio. Da quando ha preso lui in mano la situazione, la Juve ha vinto tutto è sono sempre in attivo. Ha creato un club che prende sempre giocatori più forti, tanto di cappello per quello che ha fatto. Ha messo gli uomini giusti al punto giusto, appare poche volte ma dice sempre le cose giuste, ha fatto aumentare il fatturato, ha costruito lo stadio. Ha fatto dei miracoli e oggi la Juventus grazie ad Andrea Agnelli, è una delle tre o quattro squadre migliori al mondo”. 

  •   
  •  
  •  
  •