Centri Sportivi: riapertura prevista entro il 25 maggio

Pubblicato il autore: Stefania Segui


Nonostante la linea di prudenza adottata dal governo, durante l’emergenza coronavirus, la diatriba tra le autorità è sempre accesa. Manifestando oltre a tante perplessità, anche diversi cambiamenti di opinione.
Soprattutto lo sport non è riuscito a mettere tutti d’accordo e, insieme al calcio e attività maggiori, spuntano i centri sportivi e le palestre ancora chiusi.

Il Ministro Vincenzo Spadafora, poche ore fa, ha comunicato che vuole, nel bene comune, continuare ad agire in sicurezza. Lo fa notificando che la riapertura delle strutture potrà avvenire entro il 25 maggio e solo con l’attendibilità dei protocollo avviato.

Mostrando anche il suo disappunto, soprattutto in merito alle polemiche di questi giorni – che lo stesso definisce “eccessive” – rileva che “se sarà possibile” darà il permesso di riaprire anche prima. Tutto ciò, ovviamente, sempre con verifica delle misure richieste.
In aggiunta, avvisa che questo settore riceverà circa 1 Miliardo di Euro di risorse complessive; con un bonus destinato a 75 Mila lavoratori di questo settore.

Centri Sportivi e calcio: osservazione Cts e Figc

Sul calcio, Vincenzo Spadafora si esprime duramente, specificando che in certi contesti mantenere il distanziamento è più complicato. Come preannunciato in vista del 18 maggio, la riapertura ci sarà solo se saranno stati adempiuti gli accorgimenti previsti nelle misure di sicurezza.

Inoltre le diverse osservazioni Cts sul protocollo Figc hanno rilevato sia la richiesta di mettere in quarantena la squadra sia di eseguire tamponi per tutti i calciatori. Sono comprese le richieste di riapertura Campionato che il Ministro, ribadisce, solo se saranno stati rispettati tutti i criteri.

In relazione alla riapertura dei centri sportivi e delle palestre, il Ministro ha convocato per i primi di Giugno una maratona web con i giovani.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: