Chiellini: “Eravamo i più forti d’Europa, le finali arrivano troppo tardi per noi”

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

Giorgio Chiellini, capitano della Nazionale Italiana e della Juventus, è fermo da un po’ di tempo, dovrebbe tornare giusto per la ripresa post Covid 19 del campionato italiano.
Nel frattempo ha scritto un libro, la sua biografia, e pian piano, tv, media, social, stanno esponendo frasi e commenti della carriera del difensore toscano, che per il momento, ha portato più meraviglia nelle sue parole, con attacchi a vari giocatori o ex compagni di squadra.

Da Balotelli, a Felipe Melo, passando per Vidal, tutti gli hanno risposto.
Questa volta, Giorgio, ha affrontato il tema della Champions Legaue, e della finale persa col Real Madrid, nel 2017, dopo aver perso quella con il Barcellona nel 2015 a Berlino. Ecco un pezzo:

“Quella volta ero proprio convinto che l’avremmo vinta, la Champions: un mese prima eravamo nettamente i più forti d’Europa. Purtroppo le finali arrivano sempre troppo tardi per noi. La cosa peggiore è che non siamo riusciti a gestire la partita, e dopo il secondo goal preso in quel modo abbiamo pensato che fosse già finita, io in primis, e questo non si fa. Perché non era assolutamente finita. Anche se dallo stupido goal di Casemiro, quello del 2-1, passammo al 3-1 in un amen, come degli sprovveduti: Mandzukic che si fa anticipare in quel modo, Alex Sandro che si fa infilare bellamente a fondo campo, io e Leo che restiamo lì come due mammalucchi a guardare Ronaldo che insacca. Eppure, sul 3-1 per loro abbiamo comunque rischiato di fare goal, e se ci fossimo riusciti si sarebbe riaperto tutto, perché il Real poteva smarrirsi in un momento”. 

  •   
  •  
  •  
  •