Il comunicato del gruppo “Forever Atalanta” alla società nerazzurra

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

Il gruppo nerazzurro “Forever Atalanta”, ha diramato un comunicato rivolto alla società nerazzurra riguardante l’ipotetica ripresa della stagione.

COMUNICATO FOREVER ATALANTA

Alla nostra Atalanta, al nostro Presidente, ai nostri Dirigenti, ai nostri Giocatori e Staff tecnico e a tutte le componenti che ne fanno parte,a tutto il mondo del nostro amato gioco “IL CALCIO”. Siamo consapevoli che sono momenti di scelte difficili, dove l’una scontenta l’altra, sappiamo che per Voi è lavoro ma per Noi è passione, e per questo ci permettiamo di chiedere: “il vostro lavoro:esisterebbe senza la nostra passione?” La nostra PASSIONE, la passione dei TIFOSI: componente che dovrebbe essere fondamentale in questo mondo. In tutta la Nazione, in particolar modo nella nostra regione, e più ancora nella nostra provincia, un nemico invisibile ha azzerato tutte le nostre certezze, ci ha colpiti nel quotidiano, negli affetti, nel lavoro e ha segnato il nostro futuro, diventato sempre più un incognita. Tornano alla mente le pressioni del capitale per non chiudere in zona rossa Nembro e Alzano. Il tragico precedente non è servito a nulla. C’è da dire che il calcio in questo caso passa dal ruolo discutibile di educatore ad un ruolo diseducativo. Il calcio oggi è un’industria, ormai è risaputo, vincolata da contratti televisivi e sponsor, succube di freddi bilanci senza scrupoli né anima. Ed in parte è comprensibile, ma è incredibile sentire parlare oggi di argomenti come calcio mercato o ripartenza,eppure si sente. Sappiamo benissimo che NOI TIFOSI siamo una goccia in questo mare, ma sappiamo anche che il mare è formato da tante gocce. Nella nostra modesta semplicità, sappiamo di non aver peso nella decisione finale che il calcio prenderà. Per questo non vi diremo cosa fare e cosa non fare, siamo orgogliosi di essere una goccia nel mare. Siamo quella goccia nel mare che comunque muove l’onda, quella goccia che ad ogni partita, a prescindere da giorni e orari assurdi, arriva al mare, siamo quella goccia che ad ogni infortunio si preoccupa di quanto tempo passerà prima di rivedervi in campo, siamo quella goccia che ad ogni sconfitta si dispera, siamo quella goccia che ad ogni vittoria si esalta, siamo quella goccia che ad ogni grande giocata si riempie d’orgoglio e riconoscenza, siamo quella goccia che riempie il mare ogni maledetta domenica, ogni maledetta partita. Vogliamo solo porvi delle domande: Davvero giocare senza questa goccia ha un senso? Davvero giocare a certe condizioni ha un senso? Giochereste consapevoli che ci sono gocce che nella vita quotidiana stanno lottando per il posto di lavoro, gocce che lavorano per tutti Noi e che oggi stanno aspettando tamponi e risposte, non per giocare, ma per tornare a vivere la loro quotidianità!!!!!!! (parlate di ripetere periodicamente una serie di tamponi con l’assurda IPOCRISIA di non toglierli ai cittadini. LA VERITA? Ogni tampone fatto dalle società sarà un tampone tolto ai cittadini, non raccontate cavolate!!!!!). Gocce che piangono parenti e amici che se ne sono andati senza ricevere il doveroso saluto, quell’ultima carezza alla bara che non si può neanche descrivere se non la si ha mai provata. Davvero voi giostrai del baraccone calcio, pensando alla realtà della vita che oggi tante gocce del mare vivono, in cuor vostro giochereste a calcio ed esultereste? (per chi poi?) Davvero trovereste un senso alla classifica, ai bonus, alle interviste del dopo partita? Sareste solo immagini su uno schermo, inchiostro su un foglio di carta, davvero questo E’ IL CALCIO CHE VOLETE? Davvero non vi rendete conto anche Voi stessi dei rischi che correte? Vi credete davvero al di sopra di questo infame nemico? Davvero dovrà esserci una VOSTRA bara, che non potrete accarezzare per l’ultima volta, per farvi capire la drammatica realtà che stiamo ancora vivendo? Non siamo contrari alla ripresa del calcio per partito preso, sarebbe bello per tutti tornare ai lunedì mattina dove a volte si subiva e a volte si gioiva del risultato della propria squadra, ma oggi le condizioni che proponete e la realtà VERA DELLA VITA in cui ci troviamo non lo permettono. Noi siamo una goccia nel mare e siamo fermamente convinti che a queste condizioni non ci sarà vittoria che potrà cancellare questa vergogna. STOP AL CALCIO. Al mare la sua scelta“.

FOREVER ATALANTA-UNTIL THE END
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Zhang conferma tutta la dirigenza: Marotta e Ausilio fino al 2024