Lecce, l’ex Romeo Papini:«Un onore aver giocato a Lecce, mi dispiace di non aver portato i giallorossi in B».

Pubblicato il autore: Mattia Ala Segui

La Gazzetta del Mezzogiorno ha intervistato l’ex calciatore del Lecce Romeo Papini. Vediamo cosa ha dichiarato:«Un onore aver giocato a Lecce e aver indossato la fascia di capitano. Ho un solo, enorme, cruccio, ovvero non aver portato la squadra in B. In quegli anni ho ricevuto proposte da alcuni club cadetti, ma le ho rifiutate, perchè volevo raggiungere la B con il Lecce. Purtroppo non è stato possibile, ma sono contento del doppio salto dei salentini dalla C alla A». Il centrocampista romano prosegue ripercorrendo la sfida playoff in semifinale col Foggia:«Il ricordo della doppia sconfitta col Foggia nella semifinale del 2016 brucia ancora tantissimo, oggi come allora. Nella regular season, nel ritorno al Via del Mare avevamo battuto i rossoneri per 3-1, con una grandissima prestazione, ed eravamo convinti di avere delle carte da giocare anche nelle due partite dei playoff, fermo restando la forza del collettivo dauno, che esprimeva un ottimo calcio. La sfida, però, è iniziata subito nel peggiore dei modi, in quanto abbiamo repentinamente subito un micidiale uno-due. Abbiamo pagato un errore difensivo che ci è costato tanto. Passare subito sotto è stata una mazzata difficile sul piano psicologico. Abbiamo sbandato, incassando subito dopo la rete dello 0-2, che ci ha fatto crollare il mondo adesso e sbandare paurosamente. Poi abbiamo reagito, facendo leva sul furore agonistico, sulla rabbia, andando a segno con Moscardelli, ma Sarno ha ristabilito le distanze. Nella ripresa, su rigore, Lepore ha reso meno netta la batosta, ma sapevamo che ribaltare la situazione al ritorno sarebbe stato improbabile».  Papini conclude:«Al match in campionato, sempre col Foggia, vinto 3-1, è legato uno dei miei ricordi più belli della mia esperienza in Salento. Abbiamo fatto subito centro dopo sei minuti, con Lepore, per poi assestare una doppia stoccata con Curiale e Sowe, mentre Agnelli ha segnato la rete dalla bandierina nei minuti finali. Ricordo la gioia dei tifosi, una serata magica».

  •   
  •  
  •  
  •