Moratti: “Spero molto in Conte”

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui

L’ex patron neroazzurro, Massimo Moratti, è intervenuto ai microfoni de La politica del Pallone su Gr Parlamento. Nella sua intervista, Moratti, ha parlato a 360° gradi della sua Inter, parlando anche del mercato e lasciandosi andare a parole di elogio per l’attuale tecnico Antonio Conte: ” Conte ci mette l’anima ed è bravo. Ci spero molto“. Sul mercato, invece, dice la sua: “Lautaro? Dipende dalla sua volontà. Haaland? Abbiamo già Lukaku, ma fa venire voglia di comprarlo…e ancora deve esprimere il suo potenziale al 100%. Tonali è un’ottimo giocatore, ma noi abbiamo Sensi“.

Intanto ricorrono i 10 anni del Triplete con Josè Mourinho in panchina a guidare l’Inter: “Il bello di quella squadra era la bellissima complicita’ e un grande rapporto reciproco, con grande attenzione negli allenamenti e nel lavoro fatto da tutti” e su una possibile similitudine fra Mou e Antonio Conte, dice: “E’ difficile fare similitudini fra allenatori, sono due professionisti serissimi ma lavorano tanto con grande intensita’. Ci credono tantissimo“.

Moratti ha detto addio all’Inter alla fine del 2014 e a chi gli chiede se gli manca il mondo del calcio, risponde: “Mi manca l’adrenalina che nel calcio c’è costantemente. Mi manca moltissimo il dialogo con la gente, che ho ancora adesso ma prima da parte mia c’era un modo di ripagare questo affetto. Cosa che ora non posso fare“.

Infine, un’ultima battuta sulla ripresa del campionato, ribadendo quanto dichiarato alla fine di Aprile: “Dal punto di vista sportivo si sta creando un mostro, perché fare 20 partite in un mese mette a rischio il fisico dei giocatori, provocando infortuni. Dal punto di vista sanitario non sono un medico, ma giustamente i giocatori hanno paura di portare il virus nelle proprie abitazioni. Io aspetterei ancora un po’, puntando direttamente al prossimo campionato. Considero ancora il virus un qualcosa di serio e dobbiamo fare attenzione” conclude Moratti.

  •   
  •  
  •  
  •