Napoli, pronto l’assalto a Pellistri: c’è la clausola

Pubblicato il autore: Giacomo Morandin Segui

Il Napoli nelle ultime ore sta provando l’assalto a uno dei talenti più cristallini del calcio uruguagio: è Facundo Pellistri, classe 2001 e ala destra del Peñarol, con cui nel 2018 a soli 17 anni ha esordito in Primera Divisiòn (l’allenatore era Diego Lopez) e quest’anno in Copa Libertadores.

LA SITUAZIONE
Il Napoli è una delle squadre che più stanno corteggiando il talento sudamericano, anche se la lista è lunga: solo nell’ultima settimana sono state chieste informazioni da Manchester United, Real Madrid e Atletico Madrid oltre a Manchester City e Newcastle, fresco di nuova proprietà (https://news.superscommesse.it/calcio/2020/05/newcastle-e-fatta-bin-salman-e-il-nuovo-proprietario-397977/) e inserito tra le pretendenti dal “Daily Mail“.
Il prezzo tutto sommato non è altissimo: la clausola del Peñarol inserita nel contratto di Pellistri è 11 milioni di euro e il contratto è in scadenza nel 2022, il Napoli ci sta pensando e potrebbe essere favorito in questa operazione dal passato del pupillo del ragazzo: Edinson Cavani.
Pellistri è attualmente allenato da Diego Forlàn, che recentemente ne ha parlato ai microfoni di Fox Sports: “Pellistri ha un gran potenziale, su di lui c’è un gran lavoro da fare. Sappiamo che sarà difficile tenerlo qui a lungo, sta crescendo in maniera esponenziale, ha un primo passo tremendo e prenderlo per i difensori è difficile.”
La qualità che colpisce di più di Pellistri è sicuramente l’abilità nel reperire la palla e la rapidità nel dribbling.

Leggi anche:  Futuro Cristiano Ronaldo, la Juventus ha scelto gli EREDI

Il Napoli è sicuramente in pole, anche se in leggero vantaggio sembrano i Citizens per la questione Montevideo City Torque (squadra satellite del Manchester City in Uruguay) e il Real Madrid, che ha acquisito un canale priviliegiato con il Peñarol dopo l’affare che ha portato Federico Valverde alle merengues.
Aurelio De Laurentiis vuole regalare un nuovo talento uruguagio ai suoi tifosi: si ripeterà come fece con Cavani nel 2010?

  •   
  •  
  •  
  •