Offerta Barcellona: Dentro Martinez e Pjanic

Pubblicato il autore: Stefania Segui

Offerta Barcellona

Offerta Barcellona: voci dal quotidiano Mundo Deportivo, rivelano il “si” di Lautaro Martinez e Pjanic.
Ma dalle rispettive società nulla di fatto.
Inter e Juventus, sulla proposta del Barcellona, non si sono pronunciate. L’accordo tra le rispettive squadre è ancora al vaglio dei dirigenti.

Offerta Barcellona: bollente la maxi trattativa

L’offerta Barcellona, prevede una settimana carica per Inter e Juventus. La trattativa, scissa in una diatriba a colpi di cash, prevede una contropartita tecnica da parte della società Blaugrana, di almeno 5 giocatori.
In cambio di Pjanic – con una somma aggiuntiva pari a 25 milioni di euro – potrebbero essere proposti Nelson Semedo e Rakitic.
Ma la squadra bianconera, che non ha dato nessuna conferma, si schiera a favore di Athur Melo, il centrocampista brasiliano.
Il 23 enne però, non ha intenzione di cambiare, asserendo di voler restare in Catalogna.
Secondo il quotidiano Iberico però, il “si” di Pjanic rafforzerebbe la volontà della proposta che vedrebbe a monte un full vincente per il Barcellona.

Leo Messi reclama Martinez al suo fianco

Sull’altro fronte, Lautaro Martinez, farebbe gola ai dirigenti spagnoli, in quanto lo stesso argentino sarebbe un amore storico della società, ma non solo. Non a caso lo stesso connazionale, Leo Messi lo vorrebbe al suo fianco, come punta di diamante.
Insomma, una “giocata” vincente quella su Martinez che, nonostante la conferma di voler seguire la nuova squadra, resta in attesa. La società nerazzurra, che non accetta cifre cash inferiori ai 90 milioni, è chiusa nel silenzio. Non la pensa così il giocatore conteso, che avrebbe accettato l’offerta di 10 milioni di euro l’anno per 5 stagioni. Tuttavia, a rafforzare la volontà del club Catalano per far leva sull’Inter, si snodano 3 contropartite con Arturo Vidal, Rafinha Alcantara e Samuel Umtiti.

Se ti piace il Calcio a 5, potrebbe interessarti anche Gianluca Marzuoli resta alla Tombesi di Ortona. Puoi consultare l’articolo qui.

  •   
  •  
  •  
  •