Salvini: “Se si ferma la Serie A muore lo sport italiano. Inter e Milan possono giocare al Sud”

Pubblicato il autore: gaetanomasiello91 Segui

Il leader della Lega Matteo Salvini è tornato a parlare di calcio e lo ha fatto in occasione della trasmissione in onda sulla Rai “La Politica nel pallone” in cui ha lanciato l’allarme per il futuro della nostra Serie A e anche sul futuro dello sport in generale.

Salvini duro contro chi non vuole la ripresa del calcio

Salvini, la sua preoccupazione sull’eventuale stop della Serie A: “Il calcio è anche business, se si dovesse fermare la Serie A si fermano di conseguenza tutti gli altri sport. Ci sono in ballo diversi posti di lavoro e parlando di calcio non si può parlare solo di Ronaldo e Ibrahimovic ma tutto ciò che c’è attorno. Ovvio non si può ottenere il via immediatamente ma tra quindici giorni speriamo di avere delle rassicurazioni. Spero almeno per giugno, altrimenti lo Stato si troverà difronte un altro settore in crisi se qualche ministro dirà di no. Bisognerà uscire un altro miliardo. Qualcuno ha sottovalutato il problema, ha quasi demoninzzato il calcio senza sapere che dietro al sistema calcio rischiano il posto circa 300.000 persone. Spara sui ricchi del calcio per non parlare degli altri. In caso di fallimento delle società professionistiche se non si ripartirà prima dell’estate, vorrò capire come prende il miliardo per coprire il buco”.

Salvini, la sua proposta per un’eventuale ripartenza. “L’Inter e il Milan potrebbero giocare al Centro-Sud, non vedo problemi ma non posso decidere io, non sono il proprietario dei due club. Ci sono regioni con zero contagi, si potrebbe giocare per esempio a Firenze, Napoli o Reggio Calabria. La cosa più importante è tutelare i posti di lavoro, il calcio tiene in vita metà degli altri sport. Adesso non tifo per il Milan anche perchè dovrò aspettare qualche anno ma tifo per una ripresa in sicurezza”.

Salvini racconta come ha trascorso la quarantena. “Ho rivisto le partite del Milan degli anni 80-90 quando vincevamo i derby. Ho rivisto il gol di Seedor, il rigore di Shevchenko nella finale di Manchester. Sparare sul calcio perchè è popolare farlo, non fa un servizio all’Italia”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,