Cornelius cecchino del Genoa. Ma quanti goleador prima di lui…

Pubblicato il autore: Roberto Liggi Segui

Andreas Cornelius con la tripletta di ieri sera, in uno dei night-match della 27a giornata di Serie A, non solo inguaia il Genoa al terzultimo posto, ma entra di diritto tra le bestie nere del Grifone dimostrando una vena realizzativa davvero spiccata contro i rossoblù.

Genoa-Parma 1-4: tripletta di Andreas Cornelius

Tre gol e una vittoria sul velluto che lancia il Parma verso una rincorsa Europa League ancora possibile.
Prima perla al 18mo minuto con Hernani bravo a tenere in gioco un pallone e darlo al centro per Cornelius che tutto solo, non può far altro che insaccare per lo 0-1 ducale.
Al 33° è uno splendido cross di Laurini che controllato alla perfezione da Cornelius sigla il 2-0 sul secondo palo.
Nella ripresa, passano otto minuti e sempre Cornelius fa il tris, questa volta su colpo di testa in tuffo: niente da fare per il portiere genoano Perin.

Leggi anche:  Roma non mollare, dimentica il derby e riparti

Borriello, Totti e gli altri: i cecchini del calcio italiano

E tripletta fu anche nella gara di andata quando, il 20 ottobre scorso, Cornelius segnò in appena venti minuti tre dei cinque gol con cui il Parma travolse il Genoa.

Ultimo in ordine storico a realizzare l’impresa di Cornelius, Marco Borriello, capace di realizzare due triplette all’Udinese, questa volta indossando la maglia del Genoa. E in totale il bomber ha segnato ben 10 volte all’Udinese.

Ma di cecchini spietati che diventano bestie nere di una squadra in particolare la storia del calcio ne è piena.

In anni recenti, Domenico Berardi ha realizzato ben 8 gol al Milan, di cui un poker nello storico Sassuolo-Milan 4-3 della stagione 2013-14, e una tripletta l’anno successivo che valse, anche in quel caso, la vittoria del Sassuolo.
Anche Maurito Icardi si scatena quando vede Juve: ben 7 reti realizzate dall’argentino contro i bianconeri in 8 confronti diretti con le maglie della Samp e dell’Inter. Sua l’impronta nelle due vittorie della Samp contro la Juventus nella stagione 2012-13.
Alberto Gilardino nella sua militanza in diverse squadre di Serie A ha segnato tanto, ma ben 15 sono le reti segnate contro l’Udinese. Storico poker con la maglia del Parma datato 16 maggio 2004.

Leggi anche:  Roma, caos a Trigoria: duro confronto Fonseca-squadra. Ecco i dettagli

Lunghissima anche la carriera di Francesco Totti che ha risparmiato davvero poche squadre: ma quante reti segnate al Parma? Ben venti!
Andando più a ritroso nel tempo, David Di Michele, l’ ex attaccante di squadre come Salernitana, Reggina, Chievo e Udinese ha realizzato 10 volte contro la Sampdoria, entrando nell’almanacco delle bestie nere dei blucerchiati.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,