Fabio Capello: “Ecco perché Ronaldo non è andato sul dischetto per primo”

Pubblicato il autore: Desiree Capozio Segui


Fabio Capello
conosce bene il mondo Juve e alla guida dei bianconeri ha vinto anche molto. Dopo la finale di Coppa Italia persa contro il Napoli, con la sua solita chiarezza e schiettezza che lo contraddistinguono, ha commentato così la finale ai microfoni di Un giorno da pecora:

“Vedendo la partita, ho pensato quello che hanno pensato tutti, che nel secondo tempo la Juve è calata molto e ha avuto difficoltà come contro il Milan. C’è stata la riprova anche stavolta. Dipende dall’allenatore, ma lamentarsi di avere pochi cambi alla Juve mi sembra strano. Non è importante quanto sia lunga la panchina, ma la qualità. Su Ronaldo e il mancato primo rigore posso dire che io di solito quello più bravo lo facevo calciare per quarto. Per primo va sempre chi è convinto e ha più sicurezza. Mi è capitato tante volte: si andava ai rigori e uno veniva da me, dicendomi di voler tirare il primo e lasciavo andare lui. Per quanto riguarda Sarri, penso sia un allenatore preparato ma la Juve non è una macchina facile da guidare: ci sono giocatori di grande personalità e devi dimostrare anche te di credere nelle idee che hai per raggiungere un obiettivo”

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Lavello-Taranto, streaming gratis Serie D e diretta TV in chiaro?