Gattuso, che cuore: dirige l’allenamento del Napoli e poi va al funerale della sorella Francesca

Pubblicato il autore: Alessandro Nidi Segui

Che Gennaro Gattuso avesse una forza di volontà e una determinazione priva di eguali era cosa nota da tempo, almeno sin da quando deliziava i tifosi del Milan con i suoi interventi puntuali, tempestivi, cattivi il giusto per sradicare il pallone dai piedi degli avversari. Non ha mai tirato indietro la gamba, Ringhio, da calciatore e da allenatore, anche quando le cose non andavano per il verso giusto e i numeri non erano dalla sua parte. Abituato ad affrontare ogni vicenda di petto, anche questa volta ha tirato fuori gli artigli, sebbene la vita l’abbia chiamato a una dura prova: la morte prematura della sorella Francesca, 36 anni, deceduta nei giorni scorsi dopo il malore che l’aveva costretta al ricovero ospedaliero nel mese di febbraio (era affetta da una forma aggressiva di diabete).

Leggi anche:  Tabellone Calciomercato Serie A, acquisti e cessioni: tutti i colpi della sessione invernale 2021

Gattuso: allenamento, poi il funerale

Così, Ringhio questa mattina è tornato a Castelvolturno, dopo essere rientrato da Gallarate, e ha diretto la seduta d’allenamento dei suoi giocatori, i quali si sono stretti attorno al loro mister, manifestandogli tutta la loro vicinanza e il loro sostegno in questo momento così complicato della sua esistenza. Avrebbero voluto anche presenziare al funerale in programma nel pomeriggio a Corigliano, Insigne e compagni, ma le restrizioni connesse alla pandemia di Coronavirus non hanno reso possibile la concretizzazione del loro intento. Gattuso, ovviamente, ci sarà, accompagnato a distanza dai suoi tifosi, di ieri e di oggi, e dal pensiero dei suoi ragazzi.

  •   
  •  
  •  
  •