Inter, De Vrij a DAZN: “Conte un grande, Eriksen diventerà decisivo”

Pubblicato il autore: GianmarcoMinossi Segui


Stefan De Vrij, difensore olandese dell’Inter, ha concesso un’intervista esclusiva a DAZN, nella quale ha parlato, a ruota libera, di Antonio ConteChristian Eriksen e dell’attacco nerazzurro.

Elogi a Conte

Si comincia parlando dell’ex tecnico della nazionale italiana, per cui De Vrij spende solo parole al miele: È un grande allenatore, trasmette tanta passione e voglia di vincereVuole che giochiamo molto aggressivi e che costruiamo dal basso. È molto attento alla tattica e ai dettagli che possono fare la differenza.” Inevitabile poi un riferimento alla sconfitta contro la Juventus nell’ultima partita prima della sosta: “Potevamo fare meglio, dovevamo sfruttare le situazioni a nostro favore. Non ci siamo riusciti e alla fine abbiamo pagato. Giocare senza tifosi è stato diverso, ma penso che ci dobbiamo abituare. Detto ciò, la Juve ha vinto meritatamente, è stata superiore.” Si passa quindi a parlare del tandem offensivo LukakuLautaro, il vero punto di forza di questa squadra nell’attuale stagione: “Sono fortissimi fisicamente. Sono una coppia mobile e veloce. In allenamento ho notato che sono due attaccanti molto difficili da marcareAllenandoci con loro possiamo migliorare tutti. Lukaku si trova benissimo, si sente a casa, è positivo e cerca di aiutare la squadra. Chiaro che può ancora migliorare, come tutti noi, del resto.”

Leggi anche:  Le prime dichiarazioni su Instagram di Christian Eriksen

Attiva ora DAZN a 9,99€/mese. Guarda la nostra programmazione sportiva live e on demand

Giudizio su Eriksen

Impossibile poi non parlare di Christian Eriksen, l’acquisto di punta del mercato di gennaio, che ha trovato il primo gol proprio nell’ultima partita giocata contro il Napoli: “Diventerà decisivo, si sta abituando al gioco e comincia pure a imparare la lingua. In allenamento è fortissimo e presto lo diventerà anche in campo.” L’ultimo gol realizzato da De Vrij è quello nel derby dello scorso febbraio, quando mise a segno la rete del sorpasso contro il Milan: “E’ stato bellissimo segnare quel gol. Anche se all’intervallo eravamo sotto di due reti il mister era molto tranquillo, poi nella ripresa siamo riusciti fortunatamente a ribaltarla.” La chiusura è dedicata a Ciro Immobile, ex compagno di squadra alla Lazio e capocannoniere del torneo: “Ciro è un grande giocatore e una grande persona, avendoci giocato insieme lo conosco molto bene. Quest’anno segna tantissimo, perché punta sempre la porta: è difficile marcarlo.”

  •   
  •  
  •  
  •