Lecce, il ds Mauro Meluso:”Riteniamo ingiuste tre promozioni dalla B senza i playoff”.

Pubblicato il autore: Mattia Ala Segui

Il ds del Lecce è intervenuto ieri sera a Passione Giallorossa, trasmissione in onda su Canale 85. Ecco le sue dichiarazioni:”Prima di riprendere i lavori eravamo un pò preoccupati perché gli atleti sono esseri umani e non macchine, non è come riattaccare dei fili o premere un bottone per far ripartire la macchina. La squadra ha dimostrato grande voglia e il mister sta facendo un lavoro importante per recuperare lo stesso ritmo e la stessa intensità viste prima dello stop, in cui la squadra stava facendo bene, come abbiamo dimostrato contro Inter, Torino e Napoli. Sono convinto che il Lecce che rivedremo non sarà così diverso da quello che avevamo lasciato a febbraio”. Meluso prosegue:”Mancosu è quasi recuperato, ha avuto un problema sciocco. Deiola ha avuto un problema più rognoso a causa di un problema al ginocchio, difficilmente sarà disponibile contro il Milan, vedremo dalle prossime. Farias si è sottoposto ad esami strumentali, contiamo di averlo al top per la Samp, o magari già con la Juventus. Quanto ai cinque cambi, credo che le regole non bisogna cambiarle in corsa. In C per noi la regola era ben accetta in quanto potevamo disporre di una rosa ricca. In A è diverso, non amo quando le regole stabilite all’inizio vengono cambiate. Lo accettiamo di buon grado, ma non è questo il problema burocratico che in questo momento ci preoccupa di più, al contrario dei contratti dei calciatori. Anzi, i problemi concernenti questo tema da risolvere in realtà sono due. Per il primo credo che ci sarà un documento, che la Lega sta preparando, nel quale si specificherà che lo slittamento della stagione, farà traslare le scadenze, ma credo che ciò sarà risolto in maniera brillante. Per i giocatori in scadenza noi non abbiamo nessun problema in quanto c’è solo Donati, con il quale abbiamo già un accordo di massima. Quello che consideriamo inaccettabile e che il Consiglio Federale ha stabilito è lo svolgimento dei playoff senza un format. Ancora oggi non sappiamo nulla in merito, quali squadre saranno coinvolte. La delibera del consiglio ha stabilito che il format sarà delineato nel momento in cui si attiveranno i playout”. Il dirigente calabrese conclude:”Nella delibera sono previste tre retrocessioni con uno strano calcolo matematico. Questo meccanismo sarà attivato solo e soltanto nel momento in cui si dovesse bloccare il campionato. In questo caso mi sembra molto strano che dalla B possano salire tre squadre, eventualmente dalla B dovrebbero salirne due perché la terza non è definibile senza playoff. Questa proposta ci sembra ingiusta. Noi siamo parte in causa, ma non vogliamo tacciati per coloro che cercano di trarre benefici da questa situazione. Noi vogliamo salvaguardare i nostri sacrosanti diritti, che verranno difesi da un grande difensore, il nostro presidente Saverio Sticchi Damiani, un vero e proprio fuoriclasse. Quanto alla quota salvezza, ritengo plausibile una quota superiore ai 40 punti. Il Lecce dovrà comprendere che per portare a casa l’obiettivo stagionale della salvezza, sarà necessario combattere e non lasciare nulla al caso. Comunque noi siamo pronti e vogliamo farcela”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Napoli, Lozano fa la storia: gol più veloce nella storia degli Azzurri