Partite in chiaro, no definitivo dell’Antitrust: ecco tutti i dettagli definitivi comunicati a Spadafora

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

La tanto attesa e sperata fumata bianca non c’è stata. Niente match in chiaro e lampante delusione da parte degli appassionati di calcio. Sembrava tutto pronto per l’accordo ma stando a quanto riporta Il Corriere della Sera, l’Antitrust avrebbe bloccato la trasmissione dei match in chiaro di Serie A. La motivazione è quella del rispetto dei contratti stipulati con i broadcaster licenziatari e la legge Melandri.

Il ministro dello sport Spadafora, sperava in una soluzione circa i due match che dovevano essere trasmessi in chiaro, ovvero Atalanta-Sassuolo su TV8 e Verona-Cagliari sul canale YouTube di DAZN. Ciò però non si verificherà dato che la Lega ha già informato il ministro circa il mancato accordo. L’unica nota positiva è quella relativa agli highlights. Le fasi salienti dei match di Serie A verranno trasmessi in chiaro sulle televisioni pubbliche. Ciò sembra poco ma non era assolutamente scontato date le grandi discussioni che ci sono state tra pay tv, tv pubbliche e organizzazioni calcistiche/governative sui diritti televisivi in queste ultime settimane.

Leggi anche:  Serie A femminile: continua il botta e risposta Milan-Juventus

Dove saranno disponibili gli highlights?

Gli highlights saranno disponibili da lunedì alle 21:30 su Rai Due durante il TG2, mentre per Mediaset le fasi salienti andranno in onda su Italia 1 alle ore 23:45. Tifosi e appassionati di calcio dovranno dunque accontentarsi solamente degli highlights dei match in chiaro, anche se i più delusi in questo momento saranno i supporters di Atalanta, Sassuolo, Hellas Verona e Cagliari, i quali avevano accarezzato la possibilità di vedere le proprie squadre in chiaro.

  •   
  •  
  •  
  •