Sconcerti punge Conte: “Ho un’impressione scandalosa”

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui

 

Il Napoli vola in finale di Coppa Italia, il giudizio di Sconcerti. Nel suo classico editoriale tra le pagine de Il Corriere della Sera, il noto giornalista sportivo ha commentato così l’esito della semifinale giocata ieri sera al San Paolo: “L’Inter ha fatto come la Juve il giorno prima, si è appesantita nel secondo tempo. Mentre il Napoli ha fatto come il Milan, sempre la stessa pallida partita. Credo che questa sia la prima regola del nuovo calcio: lo sforzo non è lungo, quello che dai in più lo paghi in fretta. Ad aggravare questa specie di schema c’è la prudenza dei tecnici a usare le cinque sostituzioni, un territorio sconosciuto di cui si preferisce non abusare. Conte ci è arrivato a due minuti dalla fine, Gattuso a cinque. L’Inter ha tenuto sempre il pallone per superiorità e per convenienza del Napoli, ma è stata sempre prevedibile, è mancata giusto la velocità. Sono stati quasi assenti Lukaku e Lautaro, come schiacciati dalla spinta della squadra, sempre con molti uomini ai limiti dell’area del Napoli, quindi soffocanti e inutili. Il momento migliore dell’Inter è stato nel primo tempo quando il Napoli non capiva bene come marcare Eriksen, nel senso della posizione”.


Sconcerti, che frecciatina a Conte. 
Il giornalista conclude l’analisi di Napoli-Inter giudicando così l’operato del tecnico nerazzurro: “Che l’Inter meritasse di vincere la partita è certo. Che meritasse di eliminare il Napoli, molto meno. L’Inter è corretta sulla carta, ha giocatori giusti nei ruoli, non dentro la partita. Ho un’impressione scandalosa. Ha fatto per ora più Marotta di Conte. Non manca più qualità, manca tempo, fantasia, schemi alternativi, facilità di dribbling. L’Inter è come uno scolaro che sa una poesia a memoria ma non capisce cosa recita”.
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Sky Calcio Club, Fabio Caressa: che delusioni! Gomez, Vidal...