Il calcio femminile: noi professioniste tutte

Pubblicato il autore: VERONICA RUSSOMANDO Segui

Le calciatrici vogliono essere classificate come professioniste e avere tutte le stesse possibilità e tutele.

Il calcio femminile chiede di essere riconosciute professioniste tutte. Alla Vigilia del tanto atteso Consiglio Federale che deciderà in merito al Campionato e sulla questione delle retrocessioni in caso di nuovo stop, si sono espresse quindi le giocatrici del calcio femminile, chiedendo tale riconoscimento per tutte sia nella forma che nella sostanza.
Le atlete hanno ricordato che durante questa emergenza sanitaria che ha bloccato tutto il mondo sportivo e non, loro hanno continuato a rimanere unite in attesa che gli venisse comunicato il loro futuro. Hanno rispettato le priorità stabilite dagli organi competenti e che tutti gli sforzi si concentrassero in altri contesti ma ora è giunto il momento di fare chiarezza e di rispondere alle loro domande.
Alcune calciatrici hanno ripreso gli allenamenti altre ancora non sono state chiamate. L’emergenza ha evidenziato tutte le fragilità del sistema calcio femminile, che stava crescendo bene negli ultimi anni ma che, come dimostrato dallo stop dovuto alla pandemia, ha ancora troppo poco peso e ruolo.
Il fatto che alcune di loro ancora non abbiano potuto tornare ad allenarsi getta un grande sconforto su tutte le atlete che si sentono abbandonate in balia degli eventi. Si sono espresse anche in merito alla questione play off e play out, questa la sintesi del loro pensiero:
“”Apprendiamo della proposta di terminare il campionato con una formula ridotta di play off e play out che coinvolgerebbero sei delle dodici squadre del nostro campionato. Non la condividiamo, perché non vediamo come possa essere tutelato il merito sportivo Tutte devono essere in grado di lottare per i propri obiettivi, oppure devono tutte mettere un punto su questa stagione e prepararsi per la prossima partendo dalle stesse condizioni”.
In conclusione le calciatrici chiedono che vengano garantite le giuste tutele e lo status di professioniste a tutte quante.Calcio femminile, Serie A: Figc al lavoro per riprendere il campionato

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Ucraina-Macedonia del Nord: streaming e diretta tv in chiaro RAI?