Tavecchio su Calciopoli: “E’ stata la Juventus a chiedere la Serie B”

Pubblicato il autore: Gaetano Masiello Segui

Tavecchio ritorna sulla vicenda Calciopoli. L’ex presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio Carlo Tavecchio nel corso di un’intervista rilasciata al portale tuttojuve.com è tornato a parlare di Calciopoli. Tavecchio è stato presidente della Figc dal 2014 al 2018 e durante quel periodo la Juventus chiese di essere risarcita di 443 milioni di Euro. Nonostante questa richiesta da parte del club bianconero, i rapporti tra Tavecchio e i dirigenti della Juventus sono stati sempre buoni. Tavecchio svela anche un importante retroscena su Conte.

Tavecchio su Calciopoli e Antonio Conte

Tavecchio parla del suo rapporto con la Juventus e ritorna su Calciopoli: “I rapporti con Andrea Agnelli sono stati sempre ottimi e anche con il resto della dirigenza, compreso Marotta che adesso è dirigente dell’Inter. I rapporti erano ottimi anche quando Agnelli chiese 443 milioni di risarcimento. Stiamo parlando del 2006 quando lì e’ stata la Juventus a chiedere la Serie B e il tribunale di Roma approvò la richiesta dei bianconeri”.

Tavecchio sull’approdo di Conte in nazionale: “Nel 2014 c’è stato il primo contatto. Ero in vacanza in Trentino e chiamai Conte che stava villeggiando nell’Adriatico. Lui era aperto alla nostra proposta e lo sponsor “Puma” intervenne in aggiunto a quanto poteva pagare la federazione. Peccato non averlo trattenuto, ma il Chelsea pagava il doppio e per la federazione dal punto di vista etico non era possibile”.

(fonte: calciomercato.com)

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Inter-Juventus, streaming e diretta tv Serie A