Torna il calcio e anche le polemiche, chi decide, il Var o gli arbitri?

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

E’ ricominciato il calcio in Italia, in uno stadio tristemente vuoto, lo Juventus Stadium, in un big-match, che meritava ben altro.
Ma per tutelare la salute di tutti, si terranno ancora chiusi gli impianti di gioco.
Che strano effetto sentire i respiri dei calciatori, degli arbitri e di tutti i presenti, al momento del minuto di silenzio per ricordare gli scomparsi per questa dannata pandemia che ha colpito il Paese per 3 lunghi interminabili mesi. Ma l’importante è ricominciare.

La Juventus, è la prima finalista, con uno 0-0, si qualifica all’ultima gara della competizione, che mercoledì si chiamerà Coca Cola Cup. E protagonista, nell’occhio del ciclone, ancora una volta, è l’arbitro Daniele Orsato, beccato anche da Stefano Pioli, che nel post gara sottolinea che il dubbioso rigore dell’andata a San Siro ha deciso la partita.

Leggi anche:  Dove vedere Inter-Juventus, streaming e diretta tv Serie A

Ieri, due gli episodi da valutare. Il primo, il rigore dato ai bianconeri, netta l’apertura del braccio di Conti, su controllo di Cristiano Ronaldo, Il Var chiama, Orsato, controlla, niente da dire.

Il secondo episodio, dopo che il campione portoghese prende il palo dagli 11 metri, Rebic, entra in modo killer su Danilo, con un calcio in petto. Allora, Orsato, nelle immagini, nella mano destra ha un cartellino giallo, poi dal taschino del pantaloncino, prende il rosso.  E’ stato suggerito dal Var, o l’ha deciso lui?

Nel post partita, ci sono, sui social, purtroppo, riappare il fallo più o meno simile di Pjanic su Rafinha nel famoso Inter-Juve, con Orsato a pochi metri, che non ammonì il bosniaco.
Parte spontanea una domanda: decide l’arbitro, o sono i colleghi al Var a dire cosa fare ai direttori di gara?
Mistero.

  •   
  •  
  •  
  •