Cagliari-Atalanta 0-1, la partita di Tameze e Sutalo. Personalità e talento da vendere

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui


L’Atalanta di Gian Piero Gasperini ha battuto il Cagliari per 0-1. Una partita nella quale, nonostante il turnover, la Dea è riuscita ad imporsi con la personalità di una ex provinciale ormai diventata grande. A siglare la rete della vittoria è l’attaccante colombiano Luis Muriel, arrivato a quota 16 goal stagionali. Nonostante ciò, i giocatori che hanno stupito parecchio ieri sera sono stati i neo acquisti presi nel mercato di gennaio: stiamo parlando di Bosko Sutalo e il centrocampista francese Tameze. Grinta e un talento promettente tutto da vendere: gli ingredienti perfetti per entrare negli schemi di questa Atalanta formato Champions League.

Personalità e talento: le prestazioni di Sutalo e Tameze – Entrambi alla prima da titolare con l’Atalanta, gli acquisti di gennaio si sono esposti nella maniera migliore possibile: il difensore non solo riesce ad imporsi sulla retroguardia, ma è molto partecipe alla fase di costruzione offensiva (sotto questo aspetto ha ricordato lo stile di gioco del brasiliano Rafael Toloi); Tameze invece ha dimostrato di essere moto abile sia nel recupero palla che sotto il profilo della qualità. Da contare anche la personalità reciproca nel voler dimostrare il proprio valore. Non hanno ancora i 90 minuti nelle gambe, ma questo è un grandissimo punto di partenza: non solo per il presente, ma anche per il futuro dell’Atalanta (soprattutto in ottica scudetto).

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Milan-Atalanta 0-3: super Ilicic, la Dea cala il tris a San Siro
Tags: