Giancarlo Marocchi: “La Juve di Sarri ha un problema da inizio stagione…”

Pubblicato il autore: Alessandro Nidi Segui


Ha lasciato tutti sorpresi (in senso negativo) la sconfitta rimediata dalla Juventus alla Dacia Arena di Udine, che non solo ha rimandato la festa scudetto almeno sino a domenica sera, ma ha anche confermato ulteriormente, se mai ve ne fosse bisogno, le criticità che permeano il reparto difensivo della formazione bianconera, che, ad oggi, ha subìto 38 reti in Serie A (il peggior dato dal 2012 a oggi). Sulla questione è intervenuto ai microfoni di Sky Sport Giancarlo Marocchi, ex calciatore della “Vecchia Signora”, il quale ha dichiarato: “Secondo me fin dal primo giorno, da quando è arrivato Sarri, la Juve si è trovata spesso ad essere un po’ di qua e un po’ di là, un po’ la Juve che è sempre stata nella sua storia, molto solida, e un po’ a seguire Sarri che voleva cambiarla, farne un’altra versione”.

Giancarlo Marocchi: “Juve, quanti gol presi! E la Champions…”

L’analisi di Giancarlo Marocchi, tuttavia, non si è soffermata unicamente sul credo tattico dell’ex allenatore di Napoli e Chelsea, ma si è addentrata nella statistica: “Nella ripresa dopo il lockdown, questa squadra prende appena due gol dopo 6 partite, nelle due di Coppa Italia e nelle quattro di Serie A; in campionato vince, fa 12-13 gol e ne prende solo 2. Ma non è bella, va ai due all’ora. Quando è diventata un po’ più bella, sono arrivate le rimonte e tutti quei gol subiti. Mi auguro che in Champions League l’attenzione a mille nasconda un po’ questo difetto”. Non saranno ammessi black-out nella competizione regina del calcio europeo, nella quale Cristiano Ronaldo e compagni sono chiamati a ribaltare il punteggio contro il Lione per accedere ai quarti di finale.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Tabellone calciomercato estivo Serie A 2021 LIVE: tutti gli acquisti e le cessioni delle venti squadre