Simeone e quel quinto goal consecutivo mancato dal Cholito

Pubblicato il autore: Roberto Liggi Segui


Simeone
non si ferma più, o meglio, a fermarlo ci ha pensato l’arbitro Federico La Penna. Ma non è colpa sua.

Cagliari-Atalanta non solo ha sancito la fuga della Dea verso la seconda qualificazione in Champions consecutiva, e il probabile addio del Cagliari alle velleità europee, ma ha acceso un dibattito tra tifosi di maglie diverse sull’annullamento del goal di Giovanni Simeone che avrebbe dato l’1-0 al Cagliari al 12° del primo tempo.

Ma non solo tra i tifosi rossoblù che avrebbero comprensibilmente festeggiato la 5a reta consecutiva del Cholito Simeone, figlio d’arte e talento puro, sempre a segno dalla ripresa del campionato.
Persino tifosi atalantini, interisti o laziali hanno commentato a suon di: Davvero annullare il goal di Simeone? Ma a che gioco stiamo giocando? O ancora: Ma l’arbitro che ha annullato il goal di Simeone quando lo arrestano?

Cosa dice al riguardo il regolamento

In realtà La Penna, arbitro della sezione di Roma, dopo aver consultato il VAR ha semplicemente fatto il suo lavoro applicando la regola con precisione. E’ proprio quello il problema.
La modifica della Regola 12 del Regolamento del Giuoco del calcio, in vigore da questa stagione, elimina il requisito dell’intenzionalità del gesto di mano per poter constatare un’infrazione.
Non ha importanza che Simeone poco avrebbe potuto fare sul colpo di testa di Caldara piombatogli sulla mano destra, che l’argentino istintivamente avvicina al corpo quasi a dimostrare la non intenzionalità.

E’ sufficiente che il calciatore ottenga il possesso / controllo del pallone dopo che questo ha toccato le sue mani / braccia e poi: – segna nella porta avversaria – crea un’opportunità di segnare una rete perchè la rete vada annullata.

Le dichiarazioni polemiche di Zenga

Polemico nel dopo-gara anche Walter Zenga, allenatore dei rossoblù, alla seconda sconfitta sulla panchina dei sardi in una gara interamente decisa dagli episodi sfortunati.
Il nostro rammarico è solo nel goal di Simeone. Sarà il regolamento ma è assurdo, è contro il senso del gioco ha detto l’ex portierone dell’Inter ai microfoni di SKY.  Difficile dargli torto.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  La Figc multa la Juve ed i medici per non aver effettuato i tamponi a giugno