Atalanta, Muriel è da considerare come vice Zapata? Statistiche a favore, ma…

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui


Come accade nella maggior parte dei casi, ad ogni azione corrisponde una reazione: soprattutto nell’ambiente calcistico dove il cambiamento è sempre continuo. L’Atalanta sta cercando un vice Ilicic, e di conseguenza comporterebbe a considerare il colombiano Luis Muriel come una vera e propria prima punta. Certo, il numero 9 atalantino ha sicuramente dimostrato un buonissimo potenziale, ma è oggettivamente giusto etichettare lo stesso Muriel come un sostituto di Zapata nonostante sia, a tutti gli effetti, una seconda punta?

Statistiche a suo favore, ma quanto decisivo come centravanti – Statisticamente parlando, Muriel è un giocatore che all’Atalanta ha regalato grandissime soddisfazioni sotto tutti i punti di vista: 34 presenze, 18 goal e una completa trasformazione che ha portato il suo “limite” ad essere un cavallo di battaglia (spaccare le partite nella ripresa). Ovviamente partiamo da una base solida, ma in quanti match è risultato decisivo come centravanti? Al dettaglio: doppietta contro la Lazio, tripletta all’Udinese, rigore contro il Verona, il quinto sigillo sul Milan e la marcatura decisiva di Cagliari. Risultato finale? Il colombiano ha un bilancio da prima punta pari al 73%, considerando le 11 partite posizionato in quel ruolo. Sul piano delle prestazioni la situazione è leggermente diversa, dove la rapidità non riusciva a compensare a pieno la fisicità: aspetto importante che ne ha fatto scaturire qualche discussione vista l’assenza di Duvan (nella quale il sistema di gioco era perfetto). Quindi, ritornando alla domanda di prima, la risposta è sicuramente positiva, a patto che, nel suo caso, si giochi in una maniera dove le sue caratteristiche possano essere risaltate, a tal punto di vedere di non soffrire l’assenza del numero 91 nerazzurro (a meno che non si punti principalmente su un falso nueve collaudato).

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: