Juventus, nasce l’era Pirlo: rivoluzione rosa, chi arriva e chi parte

Pubblicato il autore: Giovanni Esposito Segui

Nasce l’era di Andrea Pirlo e, contemporaneamente, è il momento di rivoluzione in casa Juventus: bianconeri si tuffano sul mercato, chi parte e chi resta.

Non è mai sbocciato del tutto il feeling tra Maurizio Sarri e la Juventus: l’ormai ex allenatore bianconero non è riuscito ad incidere come doveva vincendo lo scudetto ma perdendo Supercoppa e Coppa Italia con l’eliminazione dalla Champions per mano del modesto Lione. Ciò ha portato Andrea Agnelli a prendere in mano la situazione: se un anno fa aveva lasciato tutto in mano a Paratici e Nedved stavolta è sceso in campo prima nell’esonerare Sarri e poi di promuovere, dopo una sola settimana, Andrea Pirlo in prima squadra definita una scelta rischiosa, coraggiosa ma più che giusta se si vuole rivoluzionare una squadra non completamente affamata di vittorie. L’obiettivo dei bianconeri è chiaro continuare a vincere e puntare alla Champions trofeo che manca da molti anni a Torino ma adesso, più che mai, è il momento di cambiare in casa Juve e non poco.

Cominciamo dagli esuberi, da quelli che potrebbero effettivamente lasciare Torino. Su tutti spicca un nome ovvero quello di Blaise Matuidi: il francese ( contratto in scadenza nel 2021) non rientra nei piani di Pirlo e il centrocampista ha offerte sia per un nuovo approdo in Ligue 1 oppure in MLS per cercare nuove sfide. Altro sul piede di partenza è Gonzalo Higuain: dopo le esperienze Milan e Chelsea l’argentino si è indebolito e in casa bianconera, fatte le dovute valutazioni, pensano ad una rescissione del contratto. Anche Khedira e Douglas Costa sono, ormai, fuori dal progetto Juve: entrambi condizionati dai troppi infortuni e non sono mai riusciti ad incidere più di tanto negli ultimi anni cosa che ha spinto la dirigenza bianconera a prendere una decisione netta. In difesa, invece, non ci dovrebbero essere clamorosi ribaltoni tranne che per Rugani che potrebbe lasciare la Juventus senza mai essere esploso definitivamente come ci si aspettava.

Dalla parte acquisti, invece, partiamo da chi è già un nuovo giocatore bianconero ovvero Arthur e Kulusveski: il primo è un ottimo innesto anche per Pirlo ( da decidere la posizione se mezzala oppure mediano) mentre il secondo potrebbe fare il titolare nel 4-3-3 oppure un jolly a partita in corso anche per il 4-3-1-2 ma la priorità, come da richiesta dal nuovo allenatore, sarà un attaccante e un centrocampista su tutti. A centrocampo sfuma l’idea Jorginho giocatore che piaceva molto a Sarri mentre la richiesta fatta sarebbe quella di Sandro Tonali: il centrocampista del Brescia sembra promesso sposo dell’Inter ma l’affare non si chiude e Cellino lascia la porta aperta ad eventuali trattative con i bianconeri. In attacco, invece, resta viva la trattativa Milik giocatore che piace anche a Pirlo: l’intesa col calciatore c’è ma bisogna trovare l’intesa con il Napoli e si parla di uno scambio alla pari con Bernardeschi. Non tramontano definitivamente le strade che portano a Zaniolo e Jimenez: il gioiello della Roma, sempre nella lista dei desideri di Paratici, piace molto a Pirlo che vorrebbe portarlo a Torino ma la trattativa potrebbe risultare difficile vista la nuova società giallorossa mentre l’attaccante è considerato in Portogallo il partner ideale di Ronaldo e si gioca il posto insieme all’attaccante del Napoli. Un occhio particolare va anche a Paul Pogba: la trattativa per riportare il francese alla Juventus non è mai conclusa e, complice il ritorno di Pirlo, chissà non possa tornare anche il francese.

  •   
  •  
  •  
  •