Juventus, retroscena sull’addio di Sarri: “Questa squadra è inallenabile”

Pubblicato il autore: Giovanni Esposito Segui

A distanza di un mese spunta un retroscena sull’addio di Sarri: l’ex tecnico bianconero, attraverso una lettera, esprime tutto il suo disappunto su questa decisione.

E’ passato un mese dallo scossone in casa Juve: usciti dalla Champions agli ottavi per mano del modesto Lione, l’esonero il giorno seguente di Maurizio Sarri e la promozione ad Andrea Pirlo che guiderà la Juventus nella stagione 2020/2021. Si inizia una stagione con la tifoseria divisa a metà su questa scelta: qualcuno sostiene che sia un rischio aver affidato la panchina a Pirlo mentre qualcuno è entusiasta di questa scelta e non vede l’ora che la stagione cominci.

A distanza di un mese, però, iniziano ad uscire i primi retroscena sull’addio, apparentemente innocuo, di Sarri dalla Juventus: infatti, nell’edizione odierna, il Corriere di Torino riporta dei retroscena che non sono stati svelati sulla discussione avvenuta tra Sarri e Agnelli. Il presidente bianconero avrebbe offerto la rescissione consensuale del contratto respinta subito al mittente dall’ormai ex allenatore che, finchè non avrà un nuovo incarico, percepirà il suo stipendio per un altro anno. Inoltre, davanti al chiaro licenziamento, Sarri avrebbe proferito parole poco dolci contro la società mostrando tutto il suo disappunto: Voi mandate via me ma questa squadra è inallenabile”. Complice un feeling mai sbocciato sembrava inevitabile uno scontro tra le parti con i bianconeri che ora devono cancellare questo periodo e ripartire sotto la guida di Andrea Pirlo.

  •   
  •  
  •  
  •