Pistocchi, che litigio con i tifosi bianconeri: “Braccio di Bonucci non è rigore? Calciopoli è il manifesto della loro etica”

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui


Polemiche sul rigore non dato in Juventus-Sampdoria, Pistocchi scatenato su Twitter. Cristiano Ronaldo e compagni hanno vinto in scioltezza 3-0  contro la Sampdoria nell’esordio in campionato di Andrea Pirlo sulla panchina bianconera, ma non sono mancate le proteste sul web per un episodio che ha visto un tocco di braccio di Bonucci in area di rigore. Sebbene sui media hanno confermato che non fosse penalty in base alle nuove linee guida per gli arbitri, Maurizio Pistocchi non ha gradito la scelta del direttore di gara Piccinini  e si è scatenato con una serie di tweet: “Lo scorso anno, alla 1^ giornata, in Fiorentina-Napoli fu concesso un rigore per mani di Zielinski: tutti gli ex-arbitri e i moviolisti dissero che ERA RIGORE, per me NON LO ERA Quest’anno, scommetto che tutti valuteranno il mani di Bonucci non punibile. ‘Notte”, “Indicazioni? Che cosa vuol dire “indicazioni”? Se la regola non è stata cambiata-e non lo è-qualcuno deve spiegare perché Zielinski per TUTTI-non per me-È RIGORE mentre Bonucci per TUTTI-anche per me-NO”.

 

Pistocchi litiga con i tifosi bianconeri. In un altro tweet il giornalista ha citato addirittura il Gattopardo “Se vogliamo che tutto rimanga com’è, bisogna che tutto cambi” Tomasi di Lampedusa” e gli utenti di fede juventina non l’hanno presa bene inondandolo di commenti offensivi di disapprovazione. Alla frase di un utente “Mi chiedo come facciano gli juventini ad accettare tutto ciò. Cazzo io preferisco perdere che vincere così”, Pistocchi ha risposto con “Lo striscione per la Triade nel giorno in cui scoppiava lo scandalo di Calciopoli è il manifesto dell’ etica della maggioranza dei tifosi”, scatenando così il putiferio. Non scorre buon sangue tra il giornalista di Mediaset  e i tifosi bianconeri.

  •   
  •  
  •  
  •