Fiorentina- Padova: quella volta che…i precedenti

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

Dopo la boccata d’ossigeno presa dopo la (faticosa) vittoria con l’Udinese, è tempo per un altro esame in casa viola, questa volta in Coppa Italia. L’avversario, il Padova di Andrea Mandorlini, non sarà un avversario affatto da sottovalutare, visti i recenti risultati della squadra biancoscudata, ora al comando del girone B della serie C assieme al Sud Tirol e reduce da due vittorie consecutive, tra cui un roboante 5-0 in casa dell’Arezzo. Recentemente, proprio Mandorlini ha tessuto le lodi della squadra viola, parlando di sfida affascinante. Una sfida però, da vincere per la squadra di Iachini, chiamata ad avere continuità. Tra l’altro, domenica 1 novembre, la Fiorentina sarà chiamata ad una sfida molto insidiosa, in casa di una Roma reduce da un rocambolesco pari a San Siro con un Milan in grande salute. Difficile capire chi possa giocare mercoledì: Ribery è ancora infortunato e le condizioni di Pezzella non sono ottimali. In porta giocherà Terraciano ed è facile ipotizzare che, proprio in vista della gara con i giallorossi Iachini pensi di schierare chi ha avuto poco spazio in questa prima parte di campionato.
La sfida tra le due compagini manca da diverso tempo, sia in Coppa Italia che in campionato. Per quanto riguarda la Coppa, l’ultima volta in cui le squadre si affrontarono fu nella stagione 1998-99: la Fiorentina era allenata da Giovanni Trapattoni ed annoverava tra le sue file giocatori come Batistuta, Rui Costa e il padovano Toldo; al tempo si giocavano gare di andata e di ritorno. La Viola, già vincente all’Euganeo, si impose per 2-0 al Franchi il 23 settembre del 1998. Manco a dirlo, segnarono Batistuta al 68′ e Rui Costa all’81’. In quella competizione, la Fiorentina arrivò in finale (tre anni dopo la vittoria con l’Atalanta) ma cedette la Coppa al Parma, che la conquistò pareggiando 1-1 in casa e 2-2 a Firenze. Il Padova invece era allenato da Adriano Fedele, era appena scesa in serie C1 e scenderà addirittura in C2, dopo aver perso lo spareggio con il Lecco. Fu una stagione balorda, culminata da una penalizzazione (sostituzione errata decisa dall’allenatore) che le costò, appunto, lo spareggio. Per trovare una gara di campionato, bisogna risalire alla stagione 1995-96: Fiorentina allenata da Claudio Ranieri, Padova allenato da Mauro Sandreani: ad aprile del 1996, pirotecnico 6-4 in favore dei Viola. A fine stagione, Fiorentina in Europa e veneti in serie B, dopo due sole stagioni. Nella stagione precedente, Viola vittoriosi per 4-1, dopo il vantaggio biancoscudato, firmato da Balleri. Anche allora, come oggi, era ottobre, precisamente il 23 ottobre 1994. Il Padova era appena salito nella massima serie, assieme, tra le altre, proprio alla Fiorentina, che tornava “nel calcio che conta ” dopo un solo anno di purgatorio. I biancoscudati invece, rivedevano la serie A dopo ben 32 anni.
E’ un vero peccato che la sfida di mercoledì 28 ottobre non venga trasmessa in Tv: di sicuro suscita curiosità e potrebbe rivelare qualche sorpresa. Di certo, la squadra guidata da Mandorlini nulla ha da perdere e potrà davvero dare battaglia. In rete si dice che il Padova potrebbe arrivare dove arrivò l’Alessandria qualche anno fa: sicuramente per la squadra di Mandorlini sarà priorità il campionato.

Leggi anche:  Serie A, Atalanta in un momento difficile: tre gare solo 2 punti

 

  •   
  •  
  •  
  •