Fiorentina-Sampdoria: quella volta che…i precedenti

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui


Un precedente della sfida di questa sera tra Fiorentina e Sampdoria ha antiche origini e precisamente al campionato 1983-84. La squadra viola è allenata da Picchio De Sisti e naviga nelle zone alte della classifica. Annovera una squadra di tutto rispetto con il capitano Antognoni, Daniel Passarella, Giovanni Galli, Paolo Monelli  e Daniel Bertoni. La Sampdoria è allenata da Renzo Ulivieri (tifoso viola) ed è reduce dal netto successo (2-0) sulla matricola Catania. In rosa non è ancora arrivato Vialli ma ci sono il talentuoso Roberto Mancini, Trevor Francis, Pietro Vierchowod, Francesco Casagrande (questi due giocarono a Firenze nella sfortunata stagione 1981-82) oltre a Liam Brady ed Alviero Chiorri. La Fiorentina, dal canto suo, è reduce della vittoria di Ascoli (1-2) con doppietta di Bertoni.

Si gioca in una bella giornata di sole, agli ordini dell’arbitro Mattei di Macerata. E’ il 12 febbraio del 1984 e niente fa presagire a ciò che accadrà di lì a breve. La Fiorentina parte forte e al 19′ passa in vantaggio con una forte punizione di Antognoni che buca la barriera ed infila Bordon. La prima frazione di gara si chiude con il vantaggio di misura della squadra gigliata. Al 4′ della ripresa, lo stesso Antognoni si getta in area ma si scontra con il doriano Luca Pellegrini: entrambi finiscono a terra ma il capitano ha decisamente la peggio: non è uno scontro che mette a repentaglio la sua vita come quello avvenuto nel novembre del 1981 con il Genoa (scontro con il portiere Martina), ma è un incidente grave. Antognoni infatti riporta la frattura scomposta di tibia e perone. Per lui, stagione finita. La tegola per la Fiorentina non incide sulla partita, visto che la Fiorentina va a segno altre due volte: con Oriali al 59′ su assist di Iachini da sinistra. Il colpo di testa dell’ex Inter non dà scampo all’estremo difensore blucerchiato. La Fiorentina chiude il conto con un bel sinistro di Pecci che infila il portiere sulla sua destra, nel “sette”.

La compagine di De Sisti chiuderà il campionato al terzo posto (e Platini dirà che sarà la squadra che ha giocato il miglior calcio in quel campionato)a 36 punti mentre la Sampdoria sarà settima a quota 32. Giancarlo Antognoni tornerà a calcare i campi di gioco solamente nel novembre del 1985. Per gli amanti delle statistiche, la prima partita fra le due squadre avvenne il 23 febbraio del 1947 e terminò 2-1 per i Viola. Prima di tale data, la squadra genovese scese in campo con altri nomi: Dominante, Liguria e Sampierdarenese. Fiorentina-Sampdoria ricorda anche la stagione 1994-95, con il record di Batistuta: 11 gare consecutive a segno. In totale, tra campionato e Coppa Italia, Viola e doriani si sono scontrati 68 volte, con ben 35 vittorie viola. Sempre parlando delle sfide giocate a Firenze, 113 reti fatte e 58 reti subite.

Stagione 1983-84 – 19° giornata, Fiorentina-Sampdoria 3-0 (1-0)

Fiorentina: Galli, Contratto, Pin, Passarella, Iachini, Pecci, Oriali, Antognoni (49′ Miani),
Bertoni, Monelli (81′ Rossi), Massaro.
Allenatore: De Sisti
Sampdoria: Bordon, Guerrini, Pellegrini (49′ Belloto), Vierchowod, Renica, Casagrande,
Scanziani, Brady (76′ Chiorri), Pari, Zanone, Mancini.
Allenatore: Ulivieri
Arbitro: Mattei di Macerata
Marcatori: Antognoni al 19′, Oriali al 59′, Pecci al 73′

  •   
  •  
  •  
  •