Juve in fuorigioco, il Corriere della Sera propone di rivedere il regolamento

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui


Come sappiamo il fuorigioco, una delle regole più importanti e forse quella che crea più polemiche nel mondo del calcio, non è molto amato. Soprattutto per le difese delle squadre bene organizzate, e per i tifosi.
Notiamo spesso, che i difensori, se sbagliano a “salire” possono rischiare di far subire un gol alla propria squadra.

Il campionato italiano, campa sulle polemiche. Senza di esse, non sarebbe un torneo normale, e di episodi storici ce ne sono tanti.  Da quello di Turone in uno storico Juventus-Roma che decise il campionato a favore dei bianconeri nel 1981; oppure quello di Bergessio in un Catania-Juventus, dove l’attaccante siciliano partiva da dietro alla difesa bianconera; quello di Paloschi sempre con la Juventus favorita, Ricordiamo che non c’era ancora il Var, e l’errore era maggiormente possibile.

Leggi anche:  Fiorentina: terza sconfitta in quattro gare. Viola battuti a San Siro

Cosa sta succedendo in questi giorni? La Juventus, soprattutto Morata, si è visto annullare 5 gol in fuorigioco dal Var.  Due a Crotone e ben 3 in Champions League col Barcellona.
Dà fastidio senza dubbio. ma se il Var rileva anche un’unghia oltre la linea, è off-side, è un dato oggettivo.

Stamattina il Corriere della Sera, in un articolo ha evidenziato: “Fuorigioco, un caso che va risolto”.
Tutte le squadre subiscono probabili errori e la storia l’ha detto.

  •   
  •  
  •  
  •